Incendi in Oregon: cinque città distrutte

Incendi in Oregon: cinque città distrutte

Fonte immagine: Pixabay

Gli incendi devastano l'Oregon: dopo la California, un altro stato USA viene coinvolto dai roghi, almeno cinque città sarebbero state distrutte.

Gli incendi continuano a mettere in ginocchio gli Stati Uniti e, dopo i danni registrati in California, è il turno dell’Oregon. Nelle ultime ore le fiamme hanno devastato risorse naturali di inestimabile ragione, raggiungendo purtroppo anche alcune città. Stando a quanto dichiarato dalle autorità locali, almeno cinque di queste sarebbero state “sostanzialmente distrutte”.

Il dramma del fuoco si è evoluto in meno di 24 ore ore, con oltre 35 focolai sparsi per tutto lo stato. Le autorità hanno organizzato delle evacuazioni di massa e, almeno al momento, è difficile calcolare danni e vittime. Una situazione davvero insolita per l’Oregon, stato a stelle e strisce caratterizzato normalmente da un clima molto fresco e da un’elevata umidità.

Kate Brown, la governatrice dello Stato, ha confermato come oltre 300.000 ettari di vegetazione siano tutt’ora coinvolti dalle fiamme. Ancora, cinque intere città sarebbero state “sostanzialmente distrutte” dai roghi. E ora si teme per le persone, poiché non risulta ancora chiaro quanti cittadini possano aver perso la vita a causa delle fiamme:

Potrebbe essere la maggiore perdita di vite umane e di proprietà dovute a incendi in tutta la storia del nostro Stato.

L’estate del 2020 si sta rivelando la più difficile di sempre per gli Stati Uniti, sul fronte degli incendi. La California ha già subito conseguenze più gravi rispetto ai gravissimi roghi del 2019 e, nonostante gli interventi senza sosta, i boschi continuano a bruciare. Ieri il cielo di San Francisco si è tinto di rosso, avvolto da fumi irrespirabili, proprio a causa degli incendi scoppiati nei pressi della metropoli a stelle e strisce.

Secondo gli esperti, gran parte di questi incendi sarebbe dovuta ai processi di cambiamento climatico in corso. L’aumento delle temperature, con picchi di 49 gradi a Los Angeles, ha determinato la combustione di cespugli e piccoli alberi, con le fiamme che si sono rapidamente estese al resto della vegetazione. Purtroppo, alcuni di questi roghi sono di natura dolosa.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle