Incendi in Australia: arrestato vigile del fuoco volontario

Incendi in Australia: arrestato vigile del fuoco volontario

Fonte immagine: WikiCommons

Un giovane vigile del fuoco volontario è stato arrestato in Australia con l'accusa di aver appiccato diversi incendi per poi contribuire a domarli.

Un vigile del fuoco volontario è ritenuto tra i responsabili degli incendi in Australia. Il 19enne è stato accusato di aver appiccato diversi roghi, alcuni dei quali avrebbe contribuito in seguito a domare. Il giovane si univa al gruppo Rural Fire Service, come ha sottolineato il detective della polizia dello Stato del Nuovo Galles del Sud Scott Nelson, mentre ora su di lui gravano sette capi d’imputazione.

Secondo quanto ha riferito Nelson ai cronisti il volontario avrebbe appiccato incendi in Australia per un periodo di circa sei settimane. L’arresto è scattato martedì notte, dopo che nel pomeriggio la polizia ritiene abbia appiccato un incendio nella Bega Valley (sud-est del Nuovo Galles del Sud). L’uomo è stato rilasciato su cauzione alcune ore dopo. Come ha sottolineato il detective:

Abbiamo tolleranza zero per questo tipo di comportamento. Tutti noi sappiamo la devastazione che questi incendi stanno causando.

Dal canto suo il Rural Fire Service ha diramato una nota nella quale si sottolinea che il volontario è stato immediatamente allontanato dal corpo. Ha dichiarato Shane Fitzsimmons, commissario del RFS:

Nelle ultime settimane abbiamo visto vigili del fuoco andare avanti e indietro in condizioni difficili e pericolose. I nostri membri saranno giustamente arrabbiati per il fatto che le presunte azioni di un individuo possano intaccare la reputazione e il duro lavoro di molti.

Questo tipo di presunti comportamenti è il tradimento definitivo dei nostri membri e della comunità circostante. La comunità ha il diritto di essere delusa, ma noi non dobbiamo far sì che sminuisca l’incredibile lavoro che i vigili del fuoco hanno fatto nel proteggere e salvare molte case in condizioni senza precedenti.

Nel frattempo l’Australia continua a bruciare, con poco meno di 130 incendi attivi nel solo Stato del Nuovo Galles del Sud. Sempre più a rischio l’habitat dei koala a causa di questi disastri ambientali, con alcuni esperti che li hanno definiti come “funzionalmente estinti”. A preoccupare gli australiani anche l’arrivo, il mese prossimo, della stagione estiva.

Fonte: CNN

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche