Incendi in Australia: in aumento i livelli di CO2 a livello globale

Incendi in Australia: in aumento i livelli di CO2 a livello globale

Gli incendi in Australia contribuiranno sensibilmente a innalzare i livelli di anidride carbonica nel 2020, coinvolgendo tutto il mondo.

Gli incendi in Australia contribuiranno in modo sensibile alle concentrazioni di anidride carbonica immesse in atmosfera, incrementando i livelli di inquinamento a livello globale. È quanto sostengono le previsioni di alcuni analisti, riportate in questi giorni dal Guardian, pronti a sottolineare come gli effetti dei roghi non rimarranno limitati al solo territorio australiano.

Stando a quanto reso noto, gli incendi australiani faranno crescere di almeno il 2% le previsioni sulle emissioni di anidride carbonica in atmosfera, condannando il 2020 a tassi di gas serra record. In particolare, si ipotizzano soglie di CO2 pari a 417 parti per milione entro il mese di maggio e di 414.2 parti per milione se si considera l’intero anno. La stima proviene dal British Met Office, che ipotizza un aumento di 2.74 parti per milione rispetto alla media del precedente 2019.

Si tratta di livelli particolarmente pericolosi poiché, già ormai da diversi anni, gli scienziati hanno indicato in 450 parti per milione la soglia di non ritorno, dove si potrebbe assistere a un aumento di 2 gradi nelle temperature globali rispetto alle medie dell’era pre-industriale. Non solo gli effetti in termini di cambiamenti climatici potrebbero essere catastrofici, ma si rischia che il processo divenga irreversibile.

Uno dei Paesi che potrebbe essere più colpito da questo aumento delle temperature è proprio l’Australia, dove verrà innescato un processo di roghi sempre più frequenti. Secondo il Met Office, un incremento di 2 gradi sulla colonnina di mercurio potrebbe aggiungere altri 30 giorni di “altissimo rischio incendi” l’anno su tutto il continente, in particolare nelle regioni sudorientali dove tale rischio è addirittura giudicato “estremo”.

Nel frattempo, così come riferisce il Guardian, non è chiaro se l’Australia includerà la quota di CO2 liberata dagli incendi nel suo annuale report sulla produzione di gas terra: in genere, infatti, la nazione misura unicamente i livelli prodotti da attività umane.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra