• GreenStyle
  • Energia
  • Impianti eolici offshore: potrebbero proteggerci da uragani e tempeste

Impianti eolici offshore: potrebbero proteggerci da uragani e tempeste

Impianti eolici offshore: potrebbero proteggerci da uragani e tempeste

Uno studio condotto dall’università del Delaware e dalla Stanford University dimostra come gli impianti eolici in mare possano indebolire i cicloni prima che si infrangano sulle coste.

Oltre a fornire energia pulita alle città, le turbine eoliche offshore potrebbero proteggerci da fenomeni meteorologici come venti forti e uragani: sono i risultati di uno studio dell’università del Delaware, in collaborazione con la Stanford University, che dimostra come gli impianti eolici in mare possano indebolire i cicloni prima che si infrangano sulle coste.

Secondo lo studio, le turbine possono costituire un “buffer” artificiale, una sorta di barriera paracolpi che smorza la potenza e la velocità dei fenomeni naturali: grazie ai modelli climatici messi a punto, i ricercatori hanno simulato gli ultimi uragani abbattutisi sulle coste degli States, fenomeni devastanti come Katrina, Issac e Sandy, per capire cosa sarebbe successo se, davanti alle coste in questione, ci fossero stati dei grandi parchi eolici.

I risultati così ottenuti parlano chiaro: le turbine eoliche potrebbero disturbare le tempeste riducendo fino al 79% della loro potenza e diminuendo la velocità di picco del vento fino al tetto minimo di 92 miglia all’ora (148 km/h).

Mark Z. Jacobson, professore di ingegneria civile e ambientale dell’università di Stanford, ha spiegato:

Quando sono presenti le turbine eoliche in mare, i venti di rotazione esterne dell’uragano rallentano: questo contribuisce a diminuire l’altezza delle onde, cosa che a sua volta riduce i movimenti d’aria verso il centro del ciclone, aumentando la pressione centrale. In questo modo tutti i venti dell’uragano vengono rallentati, dissipando più velocemente la potenza generale del fenomeno.

Lo studio ha analizzato le simulazioni in cui intervengono grandi parchi eolici: ma, secondo i ricercatori, i risultati sarebbero confermati anche nel caso di piccoli impianti.

Secondo lo studio, quindi, le turbine offshore, potrebbero contribuire a ridurre notevolmente i danni derivanti da questi fenomeni. Willett Kempton, professore dell’università del Delaware, ha concluso:

Questo lavoro segna un cambiamento di paradigma molto importante. Abbiamo sempre pensato che turbine eoliche e uragani fossero incompatibili: al contrario, lo studio dimostra che le turbine eoliche hanno una certa capacità di proteggere se stesse e le comunità costiere dai venti più forti e potenti.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Emergenza Climatica Roma: consegna della petizione alla sindaca Virginia Raggi