• GreenStyle
  • Consumi
  • Imballaggi alimenti: spray bio-commestibile al posto della plastica

Imballaggi alimenti: spray bio-commestibile al posto della plastica

Imballaggi alimenti: spray bio-commestibile al posto della plastica

Uno spray bio-commestibile inventato in Portogallo potrebbe rappresentare la soluzione ideale per ridurre gli imballaggi in plastica per alimenti.

Uno spray bio-commestibile potrebbe rappresentare la soluzione per ridurre l’inquinamento da plastica senza rinunciare a proteggere gli alimenti. La novità arriva dal Portogallo, più precisamente dal CIMO-IPB (Centro de Investigação de Montanha – Instituto Politécnico de Bragança). Guidati dalla dott.ssa Lillian Bouçada de Barros, i ricercatori hanno messo a punto un composto a base di ingredienti vegetali e di biopolimeri.

Il funzionamento dello spray bio-commestibile è molto semplice. Il composto è già pronto e attivo, basterà spruzzarlo sugli alimenti da proteggere per ottenere lo stesso effetto degli imballaggi in plastica. Senza chiaramente i possibili effetti nocivi per l’ambiente, ha dichiarato la dott.ssa Lillian Bouçada de Barros:

La miscela dei nostri ingredienti, quando viene cosparsa sul cibo, forma una pellicola che permette di preservare il cibo senza usare la plastica.

La scoperta dei ricercatori portoghesi ha ricevuto il Challeging Plastic Waste, assegnato a Bruxelles nell’ambito della European Social Innovation Competition 2019, risultando tra i progetti più innovativi per quanto riguarda la riduzione dell’inquinamento da plastica. Come dichiarato dagli stessi ideatori della sostanza, il premio in denaro ricevuto insieme al riconoscimento verrà impiegato per giungere alla commercializzazione di “Spray Safe”.

Il problema della riduzione degli imballaggi in plastica è stato affrontato nelle scorse settimane anche da Von Hernandez, coordinatore globale della coalizione Break Free From Plastic, che ha sottolineato la necessità da parte delle grandi multinazionali di fare di più per contrastare il fenomeno:

Le multinazionali devono fare molto di più per affrontare la crisi dell’inquinamento da plastica che hanno creato. La loro dipendenza dagli imballaggi in plastica monouso si traduce nell’immissione di quantità crescenti di plastica nell’ambiente, i cui impatti sono già oggi devastanti. Il riciclo da solo non è la soluzione, bisogna ridurre urgentemente la produzione di plastica usa e getta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente