• GreenStyle
  • Salute
  • Ilva di Taranto: scuole vicine chiuse per il troppo inquinamento

Ilva di Taranto: scuole vicine chiuse per il troppo inquinamento

Ilva di Taranto: scuole vicine chiuse per il troppo inquinamento

Fonte immagine: iStock

Il sindaco Melucci chiude due scuole del quartiere Tamburi di Taranto: spostati 700 studenti.

Due delle cinque scuole del quartiere Tamburi, il più vicino all’ex Ilva (ora passata sotto la gestione Mittal), sono state chiuse per 30 giorni a partire dal 2 marzo. Il motivo è lo stesso degli ultimi anni: dall’industria siderurgica arrivano troppe polveri sottili, alto il rischio per la salute degli studenti.

Le due scuole in questione, parliamo della Deledda e della De Carolis, insieme contano circa 700 alunni, ora trasferiti negli altri edifici del quartiere. La decisione è arrivata in seguito ai dubbi espressi dal sindaco Melucci che chiede chiarezza sulle collinette ecologiche, vicine ai due istituti, che vennero costruite negli anni ’70 per separare città e Ilva:

Abbiamo formulato all’Arpa regionale un invito a produrre in tempi brevi, e con metodologie appropriate, dati certi, che siamo ragionevolmente convinti restituiranno tranquillità ai bambini. […] Ai piccoli di questa città dobbiamo chiedere perdono perché negli ultimi decenni non siamo stati in grado di garantire loro sicurezza, salute, una qualità della vita accettabile, forse nemmeno siamo stati in grado di costruire un futuro certo per loro, sebbene alcune cose stiano cambiando.

Il problema ambientale dell’ex Ilva si trascina ormai da decenni. Quando vennero costruite le collinette artificiali ecologiche c’era l’idea di ridurre l’inquinamento atmosferico tramite la “funzione filtro” delle specie vegetali piantumate. Già 10 anni fa però la Provincia di Taranto ammetteva che, in pratica, non servissero a nulla e finora nessun intervento è stato effettuato. Da qui i dubbi del sindaco tarantino.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come autoprodurre uno scrub naturale per un viso splendente