Il robot Riwea ripara gli impianti eolici

Il robot Riwea ripara gli impianti eolici

Un aerogeneratore è sottoposto alla pressione di forze intense e può danneggiarsi. Per questo motivo deve essere controllato ad intervalli regolari. Soprattutto le pale del rotore, costituite solitamente da fibra di vetro rafforzata con materiale composito, hanno bisogno di essere monitorate costantemente. Soggette ad elevate dosi di stress dovute all’azione del vento, al peso, allo […]

Un aerogeneratore è sottoposto alla pressione di forze intense e può danneggiarsi. Per questo motivo deve essere controllato ad intervalli regolari.

Soprattutto le pale del rotore, costituite solitamente da fibra di vetro rafforzata con materiale composito, hanno bisogno di essere monitorate costantemente. Soggette ad elevate dosi di stress dovute all’azione del vento, al peso, allo sviluppo della forza centrifuga e inerziale subiscono giocoforza un deterioramento.

Il robot Riwea, progettato dai ricercatori del Fraunhofer Institute for Factory Operation and Automation IFF, permette di individuare gli eventuali danni in modo efficace ed estremamente preciso.

La macchina controlla accuratamente la superficie delle pale registrando ogni tipo di lesione che ne compromette il funzionamento, identificandone l’esatta posizione.

Norbert Elkmann, Project Manager dell’istituto e coordinatore del progetto, spiega che

il robot è dotato di una serie di avanzati sistemi di sensori. Ciò gli consente di controllare da vicino le pale del rotore

Sono tre gli elementi che costituiscono Riwea: un radiatore ad infrarossi, una termocamera ad alta risoluzione che consente di mappare la temperatura della superficie, segnalando i difetti del materiale, e un sistema ad infrarossi abbinato ad una telecamera per portare alla luce danni non visibili ad occhio nudo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella