Il futuro sarà delle energie rinnovabili, parola di Greenpeace

Il futuro sarà delle energie rinnovabili, parola di Greenpeace

Greenpece conferma il trend: boom negli ultimi 10 anni per le fonti rinnovabili, che crescono a discapito di nucleare e carbone. Non scende invece la produzione di CO2

Greenpeace non ha dubbi, il futuro della produzione energetica mondiale passa per la “verde” via delle rinnovabili. Sono queste infatti le conclusioni cui giunge il nuovo rapporto The Silent Energy [R]evolution. Il rapporto (in Inglese) è liberamente scaricabile e parte dall’analisi di un dato bruto: un quarto della potenza energetica installata nell’ultimo decennio riguarda le fonti di energia rinnovabile.

Un boom che ha raggiunto il suo apice (per ora) nel 2010. Per capire bene le cifre, basti pensare che l’eolico ha fatto da solo in un anno quanto il nucleare ha fatto in 10. E se il paese emergente per eccellenza, la Cina, sta investendo tantissimo in nucleare e carbone (circa l’80% delle nuove centrali sono state costruite nella terra dei mandarini), la quantità di investimenti verso l’eolico è anche maggiore.

Come ha sottolineato Sven Teske di Greenpeace International:

Quanto successo in quest’ultimo decennio dimostra che oggi i governi possono fare una scelta semplice e chiara: rinunciare a fonti pericolose come il nucleare e il carbone e puntare sulle rinnovabili non solo per salvare il clima, ma anche per garantire sviluppo e occupazione.

Se tutti questi dati non possono che essere considerati positivi, il 2010 è stato anche l’anno di un boom inverso. Infatti, Andrea Boraschi di Greenpeace Italia ha precisato:

il 2010 è stato, per quello che riguarda le emissioni di CO2, un anno pessimo. è stato un anno che è tornato a far segnare un inversione di tendenza, che aveva coinciso con la crisi economica, e ha fatto registrare un 5% di emissioni in più rispetto al 2008. Sono state rilasciate nell’atmosfera 30,6 miliardi di tonnellate di CO2. Si tratta di un passo indietro molto preoccupante perché apre a degli scenari critici rispetto all’innalzamento delle temperature globali.

Segno che il cammino verso una società eco-compatibile si scontra ogni giorno con le contraddizioni interne del nostro mondo ed è ancora tanta la strada da percorrere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La rivoluzione delle energie pulite in Germania