Il fumo degli incendi in Australia ha ucciso centinaia di persone

Il fumo degli incendi in Australia ha ucciso centinaia di persone

Fonte immagine: iStock

Gli incendi che hanno colpito l'Australia avrebbero causato centinaia di morti e migliaia di ospedalizzazioni secondo una nuova ricerca.

I danni causati dagli incendi in Australia sono stati ingenti: si è stimato che più di 10.000 koala siano morti nei roghi oltre a tantissime altre specie animali. Inoltre gli incendi hanno causato un innalzamento nei livelli di CO2 a livello globale.

A tutto questo purtroppo si aggiungerebbero ben 445 morti e più di 4000 persone ospedalizzate. A rivelarlo è uno studio condotto da Fay Johnston, professoressa associata al Menzies Institute for Medical Research dell’Università della Tasmania. Secondo la ricercatrice, le morti connesse ai roghi sarebbero state sottostimate in poche decine, ma in realtà sarebbero centinaia e migliaia sarebbero le persone che hanno fatto ricorso a cure mediche in ospedale.

Secondo le stime della professoressa Johnston l’80% degli australiani – pari a circa 20 milioni di persone – sono stati colpiti dal fumo sprigionato dagli incendi e i costi associati alle morti premature e alle ospedalizzazioni sono stati pari a 1,3 miliardi di dollari.

Oltre ai danni fisici, gli incendi potrebbero aver creato seri problemi nella psiche delle persone colpite da questo disastro con episodi di depressione, stress post traumatico e violenze domestiche.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be