Il costo della crisi climatica: 9mila miliardi di euro in 30 anni

Il costo della crisi climatica: 9mila miliardi di euro in 30 anni

Il riscaldamento globale compromette i servizi ecosistemici da cui dipende la nostra economia: il wwf ha fatto il conto di quanto ci costerà.

Il cambiamento sociale è necessario, adesso più che mai, ora che il danno economico è stato quantificato con certezza e che i numeri fanno girare la testa. Il WWF ha dedicato al cambiamento climatico il progetto Global Futures, condotto in partnership con il Global Trade Analysis Project e il Natural Capital Project.

Il costo della crisi climatica secondo il WWF

Il costo della crisi climatica secondo il WWF

Lo studio parte da un presupposto molto semplice: i servizi ecosistemici (l’acqua che usiamo per bere e irrigare i campi, la legna, la pesca) subiranno delle variazioni dovute al cambiamento climatico. Bisogna valutarne, dunque, le conseguenze sul pil, sui commerci, sui prezzi delle commodities (cioè i beni di base come il legno, il cotone, i semi). Tutto questo coprendo un perimetro di 140 paesi.

Lo scenario dipinto è quello di una catastrofe. Da solo, il declino dei sei servizi ecosistemici farà calare il pil dello 0,67 per cento all’anno da qui al 2050; assisteremo ad un buco di oltre 442 miliardi di euro annui. Facendo la somma, dal 2011 al 2050, si arriva al totale di 9.110 miliardi di euro. Con un’agricoltura messa in ginocchio, bisognerà attendersi anche un boom dei prezzi di beni essenziali come il legname (+8 per cento), il cotone (+6 per cento), i semi oleosi (+ 4 per cento) e i vegetali (+ 3 per cento).

Se, al contrario, si sceglierà la via del cambiamento e si deciderà di variare le abitudini anticlimatiche lo scenario si trasformerà considerevolmente: il pil crescerà ogni anno dello 0,02 per cento, cioè di 11 miliardi di dollari, fino al 2050. Rispetto al business as usual, l’economia globale guadagnerà oltre 450 miliardi di euro ogni anno.

Il risultato è questo: se non volete farlo per l’ambiente, fatelo almeno per il Pil.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il riscaldamento globale cambierà il mondo