Il 28 febbraio stop alle auto in tutta la Pianura Padana

Il 28 febbraio stop alle auto in tutta la Pianura Padana

Un provvedimento atto a contenere la sempre più grave emergenza inquinamento che affligge le città del Nord Italia e che di certo non mancherà di sollevare un vespaio di polemiche. Questo è quanto emerso dall’incontro tra il sindaco di Milano Letizia Moratti e quello di Torino, Sergio Chiamparino. I due, riuniti nella giornata di domani […]

Un provvedimento atto a contenere la sempre più grave emergenza inquinamento che affligge le città del Nord Italia e che di certo non mancherà di sollevare un vespaio di polemiche.

Questo è quanto emerso dall’incontro tra il sindaco di Milano Letizia Moratti e quello di Torino, Sergio Chiamparino. I due, riuniti nella giornata di domani nella città meneghina, annunceranno per domenica 28 febbraio una misura eccezionale: stop alle auto in tutta la Pianura Padana.

19 milioni di persone rimarranno “a piedi”. I quasi 45.000 Km² di territorio interessati respireranno, per un giorno, un’aria più pulita, dopo che nella prima parte del 2010 il livello d’allarme per quanto riguarda il PM10, fissato per legge in 50 mg/m³, è stato abbondantemente e ripetutamente superato.

Una scelta bipartisan, che infrange le barriere delle differenti vedute politiche e sembra aver già incontrato il consenso di circa il 60% delle amministrazioni locali coinvolte.

Riuscirà una così imponente e “invasiva” misura anti-smog ad apportare reali benefici, oppure la via da percorrere per ritrovare un equilibro ecologico dovrebbe passare, come sostengono in molti, attraverso investimenti mirati all’adozione di fonti energetiche e trasporti urbani alternativi?

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Alla scoperta del Monte Amiata