Igiene in casa: ecco perché cambiare spesso le lenzuola

Igiene in casa: ecco perché cambiare spesso le lenzuola

Fonte immagine: topntp26 / Freepik

L'igiene in casa dovrebbe essere favorita anche dal cambio delle lenzuola, un'azione importante per non determinare la proliferazione dei batteri.

L’igiene in casa inizia anche da piccole azioni e cambiare spesso le lenzuola è una di queste. A spiegare il motivo è il microbiologo Philip Tierno, dell’Università di New York. Il cambio delle lenzuola del letto dovrebbe essere effettuato una volta alla settimana.

Se non rispettiamo queste tempistiche c’è il rischio che il letto diventi un luogo privilegiato per la proliferazione di batteri e funghi. Di conseguenza possiamo incorrere più facilmente nelle infezioni e nello sviluppo di malattie. Non è un’esagerazione, perché secondo la scienza passiamo un terzo della nostra intera vita proprio sul letto e c’è un rischio concreto di avere a che fare con numerosi microbi che si annidano tra le lenzuola, specialmente se queste non vengono lavate spesso.

Una delle responsabilità è da imputare al sudore, che in un anno viene prodotto in media in una quantità pari a 100 litri. Proprio il sudore crea umidità, che è un luogo ideale per la proliferazione dei funghi. Secondo una ricerca, in un cuscino dopo un anno e sei mesi possono svilupparsi 17 differenti tipologie di funghi.

Le lenzuola possono nascondere molte insidie, perché sono un ricettacolo di microbi prodotti dal nostro corpo attraverso il sudore, la tosse, le secrezioni del nostro organismo o semplicemente la pelle. A tutti questi microrganismi vanno aggiunti quelli dalla provenienza esterna, che arrivano sul letto attraverso il pelo degli animali, la polvere o il polline.

Una situazione che dovrebbe richiedere la nostra attenzione, perché essendo a contatto diretto tramite la bocca e il naso con le lenzuola corriamo il rischio di inalare i microbi, con la possibilità di sviluppare raffreddore o irritazione alla gola, anche se non soffriamo di allergie.

Ma non sono soltanto le lenzuola a destare preoccupazione. Secondo la consulente in igiene Sally Bloomfield lo stesso discorso vale anche per il pigiama, che dovrebbe essere cambiato ugualmente ogni sette giorni.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social