I vantaggi di una dieta senza carne ed economica

I vantaggi di una dieta senza carne ed economica

Dimagrire senza spendere tanto: ecco una dieta economica e vegetariana per il benessere tuo e del portafogli.

È possibile mangiare sano e seguire una dieta equilibrata senza spendere molto: un modo per risparmiare è quello di eliminare la carne sostituendola con le giuste alternative, oppure di ridurne la quantità assunta a settimana.

Può esser difficile servire pasti sani con un budget limitato, ma pianificando tutto correttamente è possibile. Una dieta vegetariana che includa la giusta quantità di frutta, verdura, cereali, fagioli e noci è ricca di fibre, di vitamine e di altre sostanze nutritive. Coloro i quali seguono una dieta di tale tipo genericamente assumono meno calorie e meno grassi, hanno un umore migliore, pesano di meno e con un minor rischio di malattie cardiache rispetto agli onnivori.

Mangiare carne equivale ad assumere proteine, dunque è necessario sostituirla con i giusti alimenti. Ma di quante proteine si ha bisogno ogni giorno? Gli adulti in genere hanno bisogno che il circa il 30% delle proprie calorie totali provenga dalle proteine, dunque sulla base di una dieta equilibrata da 2000 calorie al giorno, equivale a circa 150-175 grammi.

Naturalmente è possibile ottenere le proteine da fonti diverse dalla carne. Qualche esempio su dove trovarle include le uova, i fagioli, i piselli, i prodotti a base di soia (tofu ad esempio), noci e semi, formaggi, lenticchie, cioccolato e pinoli. Se si sta seguendo una dieta senza carne, ma che preveda comunque l’inclusione del pesce è bene sapere che anch’essi sono ottimi fornitori di proteine: il salmone è ad esempio ricco di Omega 3 e ha il 25% di proteine, mentre le sardine sono un delizioso pesce azzurro con un contributo proteico pari al 32%.

Ottimo anche il seitan, particolarmente adatto alle grigliate, agli stufati e alla cottura in padella, nonché la quinoa, una insostituibile fonte proteica in una dieta senza carne. I grani contengono tutti gli amminoacidi essenziali e possono esser aggiunti alle insalate o da usare in sostituzione al riso. Sono adatti anche ai celiaci poiché non contengono glutine.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La via della leggerezza: intervista a Franco Berrino e Daniel Lumera