I pannelli solari inquinano: chiusa una fabbrica in Cina

I pannelli solari inquinano: chiusa una fabbrica in Cina

Chiusa precauzionalmente una fabbrica cinese di pannelli solari fotovoltaici. Aveva causato una moria di pesci e un incremento di tumori nella zona

I pannelli solari sono amici dell’ambiente? Sicuramente sì dicono in molti, mentre altri ricordano le difficoltà che occorrono per smaltire le celle fotovoltaiche a fine ciclo. La grande produzione industriale che sta sostenendo il boom del settore negli ultimi anni potrebbe però creare degli inattesi colpi di scena.

Uno dei primi è quello avvenuto in questi giorni in Cina, nella regione dello Zhejiang. Una protesta feroce dei cittadini ha portato, oltre all’arresto di 50 manifestanti, alla chiusura precauzionale di una fabbrica di pannelli fotovoltaici. Era successo l’incredibile: una moria impressionante di pesci lungo il fiume che lambisce l’impianto della Jinko Solar. Facile capire il perché dell’indignazione e le proteste dei circa 500 cittadini del vicino villaggio di Hongxiao.

Strettamente legata all’attività industriale suddetta anche un sensibile aumento dell’incidenza statistica di tumori nella zona. Insomma, pannelli solari per nulla “green”.

Non è nostro desiderio iniziare sterili polemiche in queste sede. Vorremmo, però, che questo segnale mettesse in allarme aziende e associazioni italiane. Non basta insistere ossessivamente sulle cosiddette Green Tech, che pure offrono un contributo prezioso alla nostra lotta per un futuro sostenibile. Occorre vigilare sui sistemi produttivi, ricordando quanto facilmente, in nome del dio profitto, si metta spesso in pericolo la salute nostra e dell’intero ecosistema.

Per la cronaca, l’impianto della Jinko Solar è stato, come anticipato, chiuso precauzionalmente. La stessa azienda ha ammesso di avere ammassato alcuni scarti di produzione sotto alcuni teloni all’aria aperta; e pare che l’inquinamento del fiume sia stato dovuto a una tempesta che ha trascinato in acqua parte di tali scarti. Una risposta compatibile con la moria improvvisa di pesci, ma che non ci sembra sciogliere i dubbi riguardo l’incidenza di tumori.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sunny Days Roma 2016: intervista a Valerio Natalizia – SMA