Hive, i monopattini di BMW e Daimler pronti a sbarcare in Italia

Hive, i monopattini di BMW e Daimler pronti a sbarcare in Italia

Fonte immagine: Hive

Hive, la piattaforma già attiva in quattro città europee sarà partner di BluE, la fiera della mobilità elettrica in partenza a Milano.

Hive è una piattaforma per la condivisione dei monopattini elettrici. Fondata nel 2018, ha esordito lo scorso novembre a Lisbona, prima città europea. È guidata dal Ceo Tristan Torres Velat ed è basata a Barcellona. I progetti di espansione sono notevoli: il gruppo prevede di offrire il suo servizio in circa 20 città entro il 2019. Fra queste, ci saranno anche alcune città italiane, dove – in attesa della formalizzazione delle regole – si preparano anche altri concorrenti, da Lime a Flash.

Il codice della strada italiano non cita monopattini elettrici e altri mezzi contemporanei e popolari, almeno su larga scala, come Hoverboard e Segway, ma una norma introdotta nell’ultima legge di bilancio prevede la “sperimentazione nelle città della circolazione su strada di veicoli di mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica come segway, hoverboard e monopattini”. Mancano però un decreto attuativo per poter partire in piena legalità.

L’obiettivo di Hive, che dal febbraio 2019 fa parte del gruppo Free Now, la joint venture della mobilità di Bmw e Daimler, la stessa di Drive Now, è diventare il principale fornitore europeo di monopattini elettrici in sharing nel corso dell’anno. Proprio in questi giorni il brand di monopattini elettrici ha annunciato la sua presenza come supporting partner a “BluE”, la manifestazione dedicata alla mobilità elettrica, che invaderà la città di Milano dal 9 al 14 aprile con eventi, momenti di confronto, exhibition e test drive in varie zone del capoluogo meneghino.

“Per tutta la durata dell’evento potrete trovare i nostri monopattini elettrici in diverse location della città e in particolare nel BluE Village di Porta Venezia, dove sarà possibile effettuare un vero e proprio test drive del mezzo – ha spiegato Torres Velat – abbiamo scelto BluE per presentare ufficialmente il nostro servizio in Italia e dare così un segnale importante di come hive potrebbe contribuire a trasformare lo scenario di mobilità delle nostre città in chiave sostenibile, innovativa e divertente”.

Solo nei primi mesi del 2019, il servizio di monopattini elettrici in condivisione di Hive è già sbarcato in altre tre città europee – si tratta di Parigi, autentico epicentro europeo del boom degli “scooter”, Atene e Varsavia – che si sono aggiunte alla capitale portoghese, raggiungendo una flotta totale di circa 4mila monopattini elettrici. Il lancio di hive in queste location offre buone ragioni per credere in un ulteriore sviluppo di successo del servizio in tutta Europa e anche in Italia, appena gli estremi vengano tratteggiati con precisione da un decreto attuativo del ministero dei Trasporti, che si fa attendere da due mesi. In pochi mesi, infatti, i monopattini di Hive sono stati usati da oltre 11mila passeggeri che hanno effettuato più di 60mila noleggi.

“Per noi questo è solo l’inizio: molte altre città verranno lanciate nel corso dell’anno – ha concluso il Ceo – la micromobilità, infatti, è uno dei temi più attuali del momento e hive giocherà un ruolo di rilievo nello scenario Europeo. Nel 2019, ci aspettiamo, infatti, che il quadro normativo venga sviluppato anche in alcuni dei mercati che ne sono attualmente sprovvisti, come ad esempio l’Italia, dove siamo pronti a lanciare il servizio in completa collaborazione con le amministrazioni locali”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Govecs a EICMA 2017: intervista a Daniele Cesca