In guarigione Fuego, il cane dato alle fiamme

In guarigione Fuego, il cane dato alle fiamme

Fonte immagine: Unsplash

Migliorano le condizioni di salute di Fuego, il cane dato alle fiamme qualche giorno fa a Sassari: è quanto comunicano i veterinari.

Migliorano le condizioni di salute di Fuego, il cane purtroppo seviziato con il fuoco a Sassari, in Sardegna. Trovato qualche giorno fa sul ciglio della strada in un quartiere residenziale della città, il quadrupede è stato immediatamente trasportato al locale Ospedale Didattico Veterinario, così come riferisce SkyTG24. E, fortunatamente, il processo di guarigione sta portando agli esiti sperati.

A comunicarlo è un intervento sulla pagina Facebook dello stesso ospedale, a seguito dell’interessamento di numerosi cittadini, provenienti da ogni parte d’Italia. Il cane, definito “un vero campione”, sta infatti recuperando le forze e la salute e, dopo qualche settimana di medicazione, potrà tornare alla sua normale vita.

Fuego, presumibilmente sottoposto a sevizie con il fuoco, ha riportato delle ustioni di secondo e terzo grado su varie parti del corpo, tanto da perdere parte dei padiglioni auricolari e riportare ferite agli occhi. Fortunatamente, grazie all’intervento tempestivo dei veterinari, il piccolo quadrupede non perderà la vista. I medici controllano regolarmente la pelle e il manto dell’animale, per mantenere l’area il più possibile pulita ed escludere il rischio di infezioni. Così come specifica SkyTG24, al cane sono state somministrate flebo, terapie topiche, antibiotici e analgesici.

Il maltrattamento del cane, salvato lo scorso 3 aprile da una donna che stava transitando in auto sulla provinciale di Sassari, è ora oggetto di un’indagine da parte dell’autorità, nel tentativo di scoprire il colpevole. A quanto pare, potrebbe trattarsi di un quadrupede di proprietà poiché ben abituato alla presenza dell’uomo, tuttavia nessuno si è fatto vivo per il recupero dell’animale. Date le condizioni del ritrovamento, così come specifica la sopracitata testata, è però abbastanza improbabile che si trovasse a grande distanza dalla sua abitazione. Nel frattempo, sono moltissime le persone che si proposte per un’eventuale adozione, quando l’animale avrà terminato il suo percorso terapeutico.

Fonte: SkyTG24

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!