Grifola frondosa o Maitake: proprietà, benefici e prezzo

Grifola frondosa o Maitake: proprietà, benefici e prezzo

Fonte immagine: Lebrac via Wikimedia

La Grifola frondosa, o Maitake, è un fungo raro conosciuto per le sue qualità per l'organismo: ecco le proprietà, i benefici e il prezzo.

La Grifola frondosa, conosciuta anche come Maitake, è un fungo che negli ultimi anni sta conquistando sempre più estimatori: oltre all’impiego alimentare, infatti, a questa prelibatezza sono tradizionalmente associati numerosi benefici per l’organismo. Dalla crescita estesa, e dalla natura boschiva, si tratta però di un esemplare abbastanza raro e dalla difficile coltivazione, oggi realizzata soprattutto in specializzate strutture biologiche. Ma quali sono le proprietà, quali i benefici e quali i prezzi?

Prima di cominciare, è bene specificare come l’eventuale ricerca e la raccolta di funghi debba sempre avvenire con l’aiuto di personale qualificato, per evitare spiacevoli e pericolose conseguenze. Il Maitake, ad esempio, può essere confuso con il Laetiporus sulphureus – detto anche Gallina dei Boschi – responsabile di effetti tossici sull’organismo.

Grifola frondosa: origine e caratteristiche

Grifola frondosa
Keith Miklas via Wikimedia

Il Grifos frondosus – conosciuto anche come Grifola frondosa o Maitake – è un fungo abbastanza raro appartenente alla famiglia delle Meipilaceae. Mediamente difficile da scovare nei boschi, è diffuso in parti dell’Europa – tra cui l’Appenino, le Prealpi piemontesi e in Sicilia – sebbene il suo luogo d’elezione sia il Giappone, dove peraltro avviene gran parte della coltivazione a scopo commerciale. Noto per l’uso alimentare da oltre 3.000 anni, al fungo sono associati dalla tradizione popolare anche numerosi effetti per l’organismo e, negli ultimi decenni, sono stati avviati numerosi studi per analizzarne gli effetti.

Il Maitake preferisce svilupparsi sulla base degli alberi, poiché varietà sia saprofita che parassita, e si caratterizza per un aspetto a grappolo, con tanti esemplari di diametro di una decina di centimetri, ammassati l’uno sull’altro. Di colore bruno o grigio, questi funghi presentano dei cappelli a ventaglio con margini ondulati. L’intero carpoforo, costituito da più cappelli sovrapposti, può arrivare a pesare anche 15 chili. Ancora, la varietà preferisce i legni di castagno e faggio, prediligendo gli esemplari già morti o comunque al termine del loro ciclo vitale.

La Grifola frondosa – conosciuta sull’Appennino anche come Barbagino – può essere consumata cotta, fritta oppure sott’olio. Sebbene non siano noti effetti tossici per l’uomo, alcuni soggetti hanno manifestato reazioni allergiche dopo il consumo, per intolleranza alle sue componenti. Ancora, è disponibile come integratore alimentare, sia in polvere che in capsule. Non ultimo, questa varietà è definita “fungo danzante”: leggenda vuole che le persone, trovando qualche raro esemplare, ballassero dalla gioia.

Grifola frondosa: benefici e prezzi

Grifola frondosa
Pethan via Wikimedia

Da sempre alla Grifola frondosa sono associate diverse qualità per l’organismo: in Giappone, ad esempio, il Maitake è considerato un rimedio adattogeno e ricostituente, capace di ripristinare l’energia del corpo. Questa considerazione potrebbe derivare dal profilo alimentare del fungo, il quale comprende diverse vitamine del gruppo B – come la B1, B2 e la B3 – nonché minerali utili proprio all’energia come magnesio, ferro, potassio e molti altri.

Da qualche anno oggetto di studio per le sue proprietà, il Maitake potrebbe essere utile per controllare la pressione arteriosa, i livelli di glucosio nel sangue, stimolare il metabolismo, migliorare lo stato di salute dell’intero sistema urinario, depurare il fegato e molto altro ancora. Ulteriori analisi, tuttavia, devono essere finalizzate per ottenere conferma delle sue mille potenzialità.

Il prezzo è molto variabile, poiché dipende dall’acquisto del prodotto fresco, secco o come integratore. In questo ultimo caso, i costi di polvere o capsule possono essere compresi tra i 10 e i 50 euro, mentre la varietà essiccata può raggiungere anche i 200 euro per pochi etti. L’esemplare fresco è decisamente più costoso, in base al peso, e i listini così elevati sono dovuti alla rarità in natura e alle difficoltà di coltivazione.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Antimuffa naturale fai da te