• GreenStyle
  • Attualità
  • Greta Thunberg attaccata dagli haters per l’uso di plastica monouso (e non solo)

Greta Thunberg attaccata dagli haters per l’uso di plastica monouso (e non solo)

Greta Thunberg attaccata dagli haters per l’uso di plastica monouso (e non solo)

Più si afferma la figura di Greta Thunberg e più piovono critiche "poco costruttive" da social e volti noti.

Diventata in poco tempo volto noto in tutto il mondo per il suo “Climate Strike“, qualsiasi azione di Greta Thunberg viene adesso analizzata con attenzione, situazione in cui sguazzano gli haters, pronti a moltiplicarsi e darsi forza.

In una foto postata circa due mesi fa sul suo profilo instagram (Greta si stava dirigendo al World Economic Forum), si vede la ragazza svedese mangiare del pane per il suo “Lunch in Denmark”. Per gli haters è colpevole di aver utilizzato cibo con packaging in plastica, il più classico del “parli bene ma razzoli male”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Lunch in Denmark.

Un post condiviso da Greta Thunberg (@gretathunberg) in data:

Sotto l’immagine si legge “non dovresti usare la plastica”, “ipocrita” e altri messaggi del genere. Non è tardata, però, la risposta della giovane attivista che, oltre a sottolineare di aver scelto per il suo spostamento un viaggio in treno durato 32 ore, così da contenere le emissioni di anidride carbonica, ha evidenziato una certa sicurezza.

“È un buon segno che mi odino”, sostiene Greta, “vuol dire che mi percepiscono come una minaccia. Abbiamo fatto un viaggio in treno durato 32 ore e dovevo pur mangiare qualcosa. Qui prodotti si vendono imballati in quel modo, non potevamo portarci tutto da casa”.

Ma in questi giorni sono piovute critiche “poco costruttive” anche da volti noti della televisione italiana. Ne è un esempio quanto scritto sul suo account twitter da Rita Pavone, che prima definisce Greta un “personaggio da film horror” e poi si scusa perché “non sapevo avesse la sindrome di Asperger, in tv non lo dicono”.

Il twet, poi cancellato, è stato comunque parecchie ore in rete, tempo necessario per essere ripreso da Heather Parisi che ha attaccato duramente non solo Rita Pavone ma anche Lorella Cuccarini, che nel frattempo aveva messo like al post.

E infine Maria Giovanna Maglie che durante un suo intervento in “un giorno da pecora”, storica trasmissione radiofonica condotta su Radio Rai 1, senza mezzi termini ha confessato: “Greta Thunberg? La metterei sotto con la macchina” (minuto 1:16:18 del seguente video).

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra