Greta, gli insulti del presidente brasiliano Bolsonaro: è una mocciosa

Greta, gli insulti del presidente brasiliano Bolsonaro: è una mocciosa

Fonte immagine: Wikimedia Commons

Greta Thunberg è soltanto una mocciosa per Jair Bolsonaro, stizzito dopo il collegamento di Greta tra morte degli Indios e deforestazione in Amazzonia.

Anche Jair Bolsonaro si unisce agli hater di Greta Thunberg. Il presidente brasiliano non ha usato mezzi termini nel rispondere alla giovane ambientalista svedese, che in un tweet pubblicato nelle scorse ore ha tirato in ballo le morte di diversi esponenti delle comunità indios collegandola alla difesa dell’Amazzonia dalla deforestazione.

Nel suo tweet, pubblicato domenica, Greta Thunberg ha dichiarato che:

Gli indigeni vengono letteralmente assassinati perché cercano di proteggere la foresta dalla deforestazione illegale. Più e più volte. È una vergogna a cui il mondo assiste in silenzio.

Parole che non sono andate giù al presidente brasiliano Bolsonaro, da diverse associazioni ambientaliste accusato di favorire la deforestazione in Brasile, che ha risposto a Greta dandole della “mocciosa”:

Greta ha dichiarato che gli indios muoiono perché stanno difendendo l’Amazzonia. È impressionante che la stampa dia spazio a una mocciosa come lei.

Non si tratta delle prime offese ricevute da Greta dopo essere diventata giocoforza un fenomeno mediatico globale. In precedenza era stato ad esempio Jeremy Clarkson ad attaccare la sedicenne di Stoccolma, “rea” di aver allontanato i giovani dal mondo delle auto, definendo la Thunberg “un’idiota che fa odiare le auto ai giovani”.

Ha fatto sorridere invece la teoria complottista emersa qualche settimana fa quando, a causa di una somiglianza con una bambina ritratta in una foto del 1898, Greta è stata definita una “viaggiatrice del tempo“, con alcuni utenti sicuri del fatto che la giovane ambientalista “ha visto cosa ci aspetta ed è stata spedita qui per avvertirci”

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione