• GreenStyle
  • Attualità
  • Greta contro gli USA: approfittano del coronavirus per distruggere l’ambiente

Greta contro gli USA: approfittano del coronavirus per distruggere l’ambiente

Greta contro gli USA: approfittano del coronavirus per distruggere l’ambiente

Fonte immagine: Manuel Lopez / Wikimedia

Greta Thunberg si scaglia contro gli Stati Uniti: l'EPA approfitterebbe del coronavirus per danneggiare l'ambiente.

Greta Thunberg accusa gli Stati Uniti di voler approfittare del coronavirus per distruggere l’ambiente. È questo il parere della giovane attivista in merito a un report pubblicato da The Hill. A quanto pare, l’EPA a stelle e strisce – l’Environmental Protection Agency, che si occupa proprio dell’approvazione delle leggi di tutela per l’ambiente – avrebbe garantito delle scappatoie per superare dei limiti legali data l’epidemia in corso.

La parole della giovane attivista non lasciano spazio a molte interpretazioni: dal suo account Twitter, Greta ha denunciato l’atteggiamento dell’EPA, autorità che starebbe cercando delle scappatoie che potrebbero danneggiare l’ambiente:

L’EPA usa la pandemia globale per creare scappatoie allo scopo di distruggere l’ambiente. Questo è un esempio da libro di testo di quel che dobbiamo incominciare a controllare.

Così come specifica The Hill, la scorsa settimana EPA ha adottato una misura d’emergenza, che permette alle aziende di superare i limiti ambientali previsti dalla legge data la pandemia in corso. Il provvedimento ha durata indefinita – si protrarrà forse ben oltre al termine dell’epidemia – e permette a tutte le realtà produttive di evadere alcuni paletti legali, come quello sulle emissioni, senza imbattersi in sanzioni.

Come conseguenza alla polemica, EPA ha riferito come spetti alle singole realtà decidere se rispettare o meno i limiti imposti. Tuttavia, The Hill sottolinea come l’agenzia avrebbe di recente subito delle pressioni da parte di molte industrie, in particolare del settore del petrolio, affinché la produzione non venga messa a rischio a causa del coronavirus. La stessa agenzia ha negato un simile coinvolgimento, sottolineando invece come la recente scelta nasca dalla necessità di garantire risorse e beni di prima necessità a tutti, dato il lockdown deciso dal governo e la conseguente chiusura di molti impianti. EPA ha però promesso di lavorare fianco a fianco con queste aziende, per aiutarle a mantenere standard ambientali accettabili anche in un periodo così complesso.

Fonte: The Hill

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Coronavirus: 5 consigli per evitare il contagio