Green Drop Award 2020: vince Notturno di Gianfranco Rosi

Green Drop Award 2020: vince Notturno di Gianfranco Rosi

Fonte immagine: Green Drop Award

Notturno di Gianfranco Rosi si è aggiudicato la Goccia di vetro del Green Drop Award 2020, nona edizione della manifestazione.

È Notturno di Gianfranco Rosi il film vincitore del Green Drop Award 2020. L’annuncio è stato dato nel pomeriggio di oggi, in corrispondenza della consegna della Goccia di vetro. Assente Rosi, a ritirare il premio è intervenuta la produttrice Donatella Palermo, di Stemal Entertainment. La pellicola è in gara alla 77esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Al momento di ritirare il premio, organizzato come ogni anno da Green Cross Italia, la produttrice Donatella Palermo ha dichiarato:

Ringrazio anche a nome di Gianfranco Rosi per questo importante premio che mette al centro l’umanità. Lo stesso fa Rosi con il suo cinema capace di avvicinarci emotivamente a delle realtà nascoste nelle pieghe della grande Storia.

Goccia di vetro del Green Drop Award 2020 che contiene, come ricordato in questi giorni, la terra di Forada. Una scelta simbolica, che vuole tenere alta l’attenzione sui rischi dei cambiamenti climatici. Ha sottolineato il presidente di Green Cross Italia, Elio Pacilio:

Come ha affermato lo stesso Rosi in ‘Notturno’ è raccontata la quotidianità di chi vive lungo il confine che separa la vita dall’inferno. Se non agiamo ora contro i cambiamenti climatici, come ci ricorda la terra di Forada contenuta nella goccia di vetro di Murano di quest’anno che abbiamo consegnato alla produttrice del film, il futuro del pianeta potrebbe essere un inferno. Non c’è un piano B: dobbiamo agire tutti ora, per un futuro più sostenibile.

Gianfranco Rosi Green Drop Award 2020
Fonte: Green Drop Award

Green Drop Award 2020 a Notturno, le movitazioni della giuria

Ad assegnare il premio a Notturno una giuria composta da Green Cross Italia, da esponenti dell’Enea, del GSE, dell’Anec e delle Film Commission. Queste le motivazioni:

Secondo Bernard Tavernier, il primo film ad aver ripreso una catastrofe ambientale è un rullo dei fratelli Lumiere girato a Baku in Azerbaigian nel 1896, dove una torre petrolifera veniva avvolta dai suoi stessi fumi – si legge nella motivazione del premio. Nel film ‘Notturno’, in concorso alla 77a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, vediamo sullo sfondo svettare le moderne torri estrattive figlie delle stesse industrie di oltre un secolo fa.

Sono solo un paesaggio, ma molte immagini del film in concorso del regista Gianfranco Rosi, insieme alla documentazione diretta del dramma personale e politico dei suoi protagonisti, compongono un’opera la cui urgenza è incarnata nei principi che da sempre ci hanno mosso nell’assegnare il Green Drop Award alla produzione cinematografica che nel corso della Mostra ‘abbia interpretato i valori dell’ecologia e dello sviluppo sostenibile, con particolare attenzione alla conservazione del pianeta e dei suoi ecosistemi per le generazioni future, agli stili di vita e alla cooperazione fra i popoli’.

I giovani di tutto il Pianeta invocano giustizia ambientale, giustizia sociale e diritti umani non più procrastinabili. Per vincere questa sfida e aprire gli occhi servono opere come ‘Notturno’ di Gianfranco Rosi. A lui e alla coraggiosa produzione va la nostra gratitudine e per queste ragioni il Green drop award 2020 viene assegnato al film.

Fonte: Green Drop Award

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience