• GreenStyle
  • Salute
  • Gravidanza, correlazione tra stress materno e sviluppo cerebrale del feto

Gravidanza, correlazione tra stress materno e sviluppo cerebrale del feto

Gravidanza, correlazione tra stress materno e sviluppo cerebrale del feto

Fonte immagine: Unsplash

Possibile correlazione tra le emozioni e i livelli di stress vissute dalla madre in gravidanza e lo sviluppo del cervello dei bambini.

Un recente studio avrebbe sottolineato la presenza di una correlazione tra lo stress vissuto dalle madri in gravidanza e lo sviluppo cerebrale del nascituro. Secondo il professore James Boardman dell’Università di Edimburgo un’elevata presenza di cortisolo agirebbe negativamente sulla formazione dell’amigdala del feto.

Il cortisolo è l’ormone dello stress e più è elevata la sua presenza maggiore risulterà lo stato di agitazione della futura puerpera. Una condizione che ha una ricaduta diretta sulla formazione del futuro nascituro e in particolare sulle sue capacità mentali, sullo stato emotivo e sociale. L’amigdala è un complesso nucleare situato nel lobo temporale del cervello e in grado di gestire la sfera emotiva, in particolare la paura stessa. Questa correlazione tra stress e sviluppo cerebrale potrebbe incidere sullo sviluppo mentale dello stesso piccolo.

Gravidanza e stress, supporto emotivo utile per le future madri

Nascita
Fonte: Unsplash

L’ultimo studio metterebbe un’evidenza una problematica dsa sempre molto presente ovvero l’elevata condizione di stress vissuta da alcune future madri. Una situazione di forte disagio che andrebbe affrontata con il giusto supporto emotivo, magari con il sostegno della stessa ostetrica di riferimento o con un affiancamento da parte di uno psicologo o consulente.

La ricerca un tempo affidata agli esiti di una serie di questionari ora risulta più efficace e precisa, grazie alla misurazione dei livelli di cortisolo presenti nelle gestanti. Ricavati prelevando campioni di capelli, mentre i piccoli sono stati sottoposti a scansioni cerebrali grazie all’impiego della risonanza magnetica, una procedura non invasiva che ha avuto luogo mentre i piccoli dormivano.

Questo ha evidenziato una correlazione tra livelli elevati di cortisolo e lo sviluppo dell’amigdala e in particolare della struttura della stessa, nel dettaglio nei bambini di sesso maschile, oltre a modifiche sostanziali nella potenza delle connessioni tra la stessa e altre sfere del cervello in particolare nei bambini di sesso femminile. Lo studio si è concentrato sulla sfera emotiva delle madri e sulla necessità di un supporto durante tutta la gravidanza, ma non ha ancora valutato le reazioni emotive dei bambini durante la crescita.

Fonte: Daily Mail

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle