Goletta Verde Legambiente: i numeri di Mare Monstrum 2019

Goletta Verde Legambiente: i numeri di Mare Monstrum 2019

Fonte immagine: Legambiente

Al via la nuova edizione di Goletta Verde, in occasione della partenza Legambiente ha diffuso i dati del dossier Mare Monstrum 2019.

Mare e coste italiani sotto assalto. Questo il quadro delineato da Legambiente attraverso i dati del dossier Mare Monstrum 2019, presentati alla vigilia della partenza di Goletta Verde, il tour delle località marine italiane durante il quale l’associazione procederà ad analizzare lo stato di salute delle acque marine d’Italia e a denunciare eventuali ecoreati e irregolarità riscontrati. Un viaggio che comincerà il 24 giugno e proseguirà fino al 15 agosto. Sono 25 le tappe previste, che andranno a toccare le 15 Regioni costiere: si partirà dal Friuli-Venezia Giulia per terminare la traversata in Liguria.

Secondo il dossier di Legambiente ogni giorno (in media) vengono commessi, a danno del patrimonio marittimo italiano, 56 reati ambientali: l’equivalente di oltre 2 ogni ora. Un andamento che non sembra rallentare col passare del tempo, anzi: nel 2018 sono state accertate 20.437 infrazioni, +20% rispetto al dato registrato l’anno precedente. Le persone denunciate e arrestate sono salite a 23.554 (+20%), mentre i sequestri e relative sanzioni penali e amministrative toccano un +22%. Minacce rappresentate nell’ordine da: illegalità legate al ciclo del cemento (34% dei reati); inquinamento delle acque (33,1%); pesca di frodo (23,1%); infrazioni al codice della navigazione (9,8%).

Il 52,7% degli illeciti accertati è localizzato in quattro Regioni del Sud: Campania (maggior numero di infrazioni accertate, 3.483), Puglia, Sicilia e Calabria. In tutta Italia sono 6.955 le infrazioni relative al cemento illegale (oltre la metà in Campania), mentre 6.763 riguardano il ciclo dei rifiuti. Come ha sottolineato Stefano Ciafani, presidente Legambiente:

I dati del nostro dossier ci dicono che l’Italia costiera è ancora sotto attacco, nonostante l’incessante lavoro delle Forze dell’ordine e dalla Capitaneria di porto che ora hanno a disposizione anche nuovi strumenti di contrasto offerti dalla legge sugli ecoreati. Un impegno che, anche se unito alla crescente sensibilità e attenzione dei cittadini, evidentemente non basta. I numeri ci dicono che bisogna fare di più e meglio.

È l’obiettivo che ci poniamo anche quest’anno con il nuovo viaggio di Goletta Verde che per tutta l’estate manterrà alta l’attenzione contro i nemici del mare, per combattere le trivellazioni di petrolio, la mala depurazione, il cemento illegale e il marine litter. È ora di dire basta ad ogni forma di alibi e intervenire in maniera decisa per porre fine a queste emergenze che causano danni all’economia, al turismo e soprattutto all’ambiente a partire dalla gestione delle acque reflue e dall’adeguamento del nostro sistema depurativo.

Non va dimenticato che sono già quattro le procedure di infrazione comminate all’Italia dall’Ue con un nuovo deferimento alla Corte di Giustizia arrivato pochi mesi fa. Soldi che avremmo potuto spendere per progetti innovativi a tutela del mare. È inoltre urgente approvare una legge che centralizzi le competenze degli abbattimenti degli abusi edilizi, attraverso le prefetture, per evitare il ricatto elettorale alla base della mancata azione da parte dei comuni e poi approvare la norma sul fishing for litter per permettere ai pescatori di tutta Italia di fare gli spazzini del mare.

Ecco l’elenco completo delle tappe di Goletta Verde 2019:

  • 23, 24, 25 giugno Lignano Sabbiadoro;
  • 26, 27 giugno Caorle;
  • 28 giugno Chioggia;
  • 30 giugno, 1 luglio Rimini;
  • 2 luglio Ancona;
  • 3, 4 luglio San Benedetto del Tronto;
  • 5, 6 luglio Pescara;
  • 7 luglio Vasto;
  • 8, 9 luglio Termoli;
  • 10 luglio Isole Tremiti;
  • 11, 12 luglio Monopoli;
  • 15 luglio Taranto;
  • 17, 18 luglio Corigliano-Rossano;
  • 20, 21 luglio Pozzallo;
  • 22, 23 luglio Gela;
  • 24 luglio Triscina – Selinunte;
  • 25 luglio Favignana;
  • 28, 29, 30 luglio Cagliari;
  • 1 agosto Maratea;
  • 2, 3 agosto Scario;
  • 4 agosto Acciaroli;
  • 5, 6 agosto Procida;
  • 7, 8 agosto Anzio;
  • 10, 11 agosto Portoferraio;
  • 12, 13, 14 agosto La Spezia.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Bollino etico, la prima passata di pomodoro certificata No Cap