• GreenStyle
  • Salute
  • Glifosato, danni alla salute: Monsanto colpevole anche in Francia

Glifosato, danni alla salute: Monsanto colpevole anche in Francia

Glifosato, danni alla salute: Monsanto colpevole anche in Francia

Fonte immagine: Pixabay

La corte di appello francese ha dichiarato colpevole Monsanto per non aver fornito le adeguate precauzioni all'uso per il glifosato, dannoso per la salute.

Dopo le sentenze californiane che inchiodano il colosso degli erbicidi sugli effetti indesiderati del glifosato, arriva anche la pronuncia della corte d’appello europea di Lione: Monsanto responsabile dei problemi di salute di un agricoltore. Si tratta di Paul Francois, è il cittadino francese che ha intentato la causa dichiarando di aver sofferto di problemi neurologici dopo aver accidentalmente inalato il Roundup, il diserbante più diffuso al mondo contenente glifosato. La Monsanto è sotto accusa per non aver fornito le adeguate “precauzioni all’uso”.

La storia della controversia tra il francese e la Monsanto parte circa 7 anni fa, nel 2012, momento in cui la giustizia transalpina per la prima volta esprimeva un parere dando ragione alle richieste di Francois. Sentenza sul pesticida ribadita il 2015, prima che però la corte suprema rimandasse a nuova udienza il verdetto definitivo.

Adesso, grazie anche al supporto di “fito-vittime”, gruppo composto da persone che lamentano l’insorgere di malattie a seguito dell’uso di prodotti a marchio Monsanto, arriva la nuova decisione. Ancora non è stato quantificato il risarcimento, ma Monsanto ha dichiarato di voler ricorrere in Cassazione.

Intanto i guai giudiziari della società americana, acquisita qualche mese fa dalla tedesca Bayer, stanno contribuendo a far perdere di valore il titolo in borsa. Dopo la sentenza USA dello scorso mese Bayer ha registrato una serie di prestazioni negative con un picco del -12 %, pari a una perdita di circa 30 miliardi di euro.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli