Giugno 2019 è il mese più caldo: fino a 10 gradi oltre le medie

Giugno 2019 è il mese più caldo: fino a 10 gradi oltre le medie

Caldo record a giugno 2019, il mese più caldo degli ultimi decenni secondo l'UE: temperature anche 10 gradi al di sopra delle medie stagionali.

Giugno 2019 è stato il mese più caldo da diversi decenni per quanto riguarda l’Europa. A sottolinearlo è il C3S, il servizio realizzato per conto dell’UE dal Centro Europeo per le Previsioni Meteorologiche a Medio Termine (CEPMMT). Secondo i dati presentati la temperatura media è stata superiore di 2 gradi centigradi rispetto alla media del periodo 1981-2010, superando di un grado anche il record stabilito, sempre dal mese di giugno, nel 1999.

Il caldo record che ha investito l’Europa si è abbattuto con particolare intensità su alcune zone del Vecchio Continente, a cominciare da quella occidentale. In base ai dati forniti dal servizio C3S ampie zone del Nord Italia, della Francia, della Germania, della Svizzera, dell’Austria e della Repubblica Ceca hanno fatto registrare temperature superiori alle medie stagionali anche di 6-10 gradi centigradi.

A giugno 2019 anche la temperatura media globale ha fatto registrare dei valori record, affermandosi come la più elevata di sempre con 0,1 gradi in più del dato 2016. Il dato dello scorso mese ha superato anche la media europea degli ultimi 150 anni di 3 gradi. Un fenomeno relativamente nuovo, ma destinato a ripetersi con sempre maggiore frequenza in futuro secondo Jean-Noël Thépaut, Head of the Copernicus Climate Change Service, a causa dei cambiamenti climatici:

Sebbene le temperature locali siano state più alte o più basse di quelle previste, i nostri dati mostrano che le temperature dell’Europa sudoccidentale sono state insolitamente alte durante l’ultima settimana di giugno. Anche se si tratta di un fenomeno eccezionale, è probabile che assisteremo a più eventi di questo tipo in futuro a causa del cambiamento climatico.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra