• GreenStyle
  • Auto
  • Giro del mondo in auto elettrica: spesi appena 267 euro

Giro del mondo in auto elettrica: spesi appena 267 euro

Giro del mondo in auto elettrica: spesi appena 267 euro

Fonte immagine: Plug Me In

Dopo tre anni e 95 mila Km è stato portato a termine il giro del mondo in auto elettrica che è costato solamente poco meno di 270 euro di energia.

Molti pensato che con le auto elettriche non si possa viaggiare fuori dai confini della propria città. Niente di più sbagliato perché c’è chi ci ha fatto addirittura il giro del mondo. Protagonista di questa avventura Wiebe Walker, che ha percorso oltre 95.000 Km partendo dall’Olanda per arrivare alla fine in Australia.

Il protagonista di questa avventura 100% elettrica è partito il 15 marzo 2016 a bordo della sua Volkswagen Golf Variant elettrica soprannominata, per l’occasione, Blue Bandit. Il traguardo del giro del mondo in elettrico è stato raggiunto il 7 aprile 2019. L’obiettivo dell’iniziativa era dimostrare la fattibilità e i vantaggi dei veicoli elettrici.

L’auto utilizzata per questa impresa dispone di un motore elettrico da 150 Kw e può raggiungere i 180 Km/h. Il pacco batteria agli ioni di litio dell’auto offre una capacità di 37 kWh e garantisce sulla carta circa 200 Km di autonomia. In realtà, la macchina utilizzata in questo viaggio non era nata elettrica, ma era stata convertita appositamente. Wiebe Walker ha voluto puntare il dito sui vantaggi ambientali ed economici del suo viaggio. In totale ha speso solamente 300 dollari di elettricità in tre anni, cioè poco meno di 270 euro (267 euro per la precisione). Se i 95.000 Km fossero stati percorsi con il motore termico la spesa sarebbe lievitata a 4.552 dollari.

Tutto il viaggio è stato documentato all’interno del blog “Plug me in“, aggiornato dallo stesso Wiebe Walker. Blog in cui il protagonista di questa avventura è riuscito a condensare le sue principali passioni quali i viaggi e la fotografia. Il giro del mondo in 1.119 giorni è stato sostenuto economicamente non solo da alcuni sponsor, ma anche dalla generosità delle persone che hanno offerto vitto ed alloggio.

Wiebe Walker con la sua Blue Bandit è passato anche in Italia e precisamente per Arezzo. Questo giro del mondo in automobile ha mostrato come le auto elettriche siano una realtà affidabile anche per viaggi molto duri e difficili.

Al momento della partenza, nel 2016, la tecnologia delle auto elettriche, soprattutto sul fronte delle batterie, era molto più indietro rispetto ad oggi e questo la dice molto lunga sulle potenzialità degli attuali modelli a batteria o di quelli che arriveranno nell’immediato futuro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be