Giornata mondiale zone umide il 2 febbraio: le iniziative Legambiente

Giornata mondiale zone umide il 2 febbraio: le iniziative Legambiente

Fonte immagine: RonPorter

Il 2 febbraio è la giornata mondiale delle zone umide, ecco gli eventi organizzati da Legambiente per il weekend e lunedì 2 febbraio.

Il 2 febbraio 1971 fu firmata a Ramsar, in Iran la ‘Convenzione internazionale relativa alle zone umide di importanza internazionale, soprattutto come habitat degli uccelli acquatici’, ora nota come Convenzione di Ramsar. Al momento sono 168 i Paesi che l’hanno sottoscritta. Da allora ogni 2 febbraio è dedicato a ricordare l’importanza di paludi, torbiere, distese di acqua stagnante o corrente, dolce, salmastra o salata, luoghi fondamentali per la conservazione della biodiversità terrestre, ma che sono tra gli ecosistemi più a rischio del pianeta.

Dati dell’ISPRA rivelano infatti che dal 2000 ad oggi il ritmo di scomparsa di importanti popolazioni di specie legate agli ecosistemi acquatici è quadruplicato. Gli obiettivi fissati al fine di bloccare la perdita di biodiversità per il 2010 non sono stati raggiunti e nell’ultimo secolo queste aree hanno risentito di una sempre crescente pressione antropica, con tutti gli effetti conseguenza anche dei cambiamenti climatici.

Inquinamento industriale, civile e agricolo, sfruttamento delle risorse, consumo di suolo, hanno comportato una riduzione nell’ultimo secolo, del 64% delle zone umide mondiali. Antonio Nicoletti, responsabile Aree protette di Legambiente, spiega che:

Celebrando la Giornata mondiale delle zone umide, vogliamo ricordare che per proteggere questi preziosi ecosistemi serve l’impegno diretto delle istituzioni e la sensibilizzazione dei cittadini. Le specie viventi nelle acque interne, che sostengono processi vitali e produttivi, forniscono una serie numerosissima e varia di servizi ecosistemici.

La perdita di questi servizi, in particolare di quelli relativi ai processi depurativi, produttivi, alla regolazione dei fenomeni idrogeologici e alla fissazione del carbonio presente nella biosfera, potrebbe determinare impatti preoccupanti sui processi produttivi e sulla qualità della vita dell’uomo.

Attualmente sono 53 i siti Ramsar individuati in Italia, per una superficie totale di circa 60.000 ettari, distribuiti in 16 Regioni. È in molti di questi siti, anche in quelli considerati minori, ma nondimeno fondamentali, che Legambiente ha organizzato indicativamente dal 30 gennaio al 2 febbraio, eventi, passeggiate e birdwatching, anche con le scuole, per scoprire la varietà e la bellezza di queste aree.

Ecco il programma delle iniziative previste:

  • Basilicata – Domenica 1 Febbraio, dalle ore 10.00 alle 13.00, Montalbano Jonico, Riserva Regionale dei Calanchi, zona Tempa Petrolla, giornata educativa di informazione e sensibilizzazione. Lunedì 2 febbraio, durante la mattinata escursione con delle scolaresche lungo le rive del lago del Pertusillo.
  • Calabria – Domenica 1 Febbraio, alle 9.15, ciaspolata sul lago Ariamacina.
  • Campania – Sabato 31 gennaio ore 10.30, escursione naturalistica attorno al Lago Fusaro (NA).
    Sabato 31 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 13.30 – attività di educazione ambientale e didattica conoscitiva, dal lago di Letino alle rive del Lete fino alla sorgente dei Diaconi.
  • Emilia Romagna – Venerdì 30 gennaio ore 20.00, distribuzione di materiale sulle zone umide della provincia di Bologna, Zona Reno Galliera, presso Centro Sociale di Funo di Argelato.
  • Lazio – Domenica 1 febbraio, ore 9.00, escursione guidata di Birdwatching sui Laghi costieri e zone umide del Parco Nazionale del Circeo.
  • Marche – Domenica 1 Febbraio ore 9.30, visita guidata all’osservazione dell’avifauna con attività didattica all’interno della Riserva Naturale Regionale della Sentina.
  • Molise – 30 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 13.00, attività didattica di educazione ambientale presso il Circolo didattico di Castelpetroso.
  • Sardegna – Lunedì 2 febbraio ore 10.00, conferenza “Le saline habitat importanti per la conservazione della biodiversità”, nella sala conferenze del Parco Edificio Sali Scelti, Cagliari. Domenica 8 febbraio, alle ore 9.30, trekking in Laguna di Santa Gilla.
    Domenica 22 febbraio, escursione a Posada, lungo il percorso che costeggia la foce con tappe di osservazione naturalistica.
  • Sicilia – Domenica 1 Febbraio a partire dalle ore 9.00, visita guidata e attività di educazione ambientale, attività di birdwatching presso Riserva dei Pantani della Sicilia Sud-Orientale. Domenica 1 febbraio ore 9.00, escursione naturalistica, avvistamenti avifaunistici, presentazione campagna acquisizione zone umide, nella Riserva naturale Oasi del Simeto di Catania.
  • Toscana – Sabato 7 febbraio dalle 14.30 alle 18.00, visita guidata alla Riserva Naturale di Bosco Tanali, comune di Bientina (PI), nel SIC del ex-lago di Bientina.
  • Veneto – Domenica 1 febbraio dalle 10.30 alle 17.00, mostra fotografica e visita guidata presso l’Area di fitodepurazione di Ca’ di Mezzo Codevigo Padova.

Tutti appuntamenti che porranno l’attenzione sull’importanza per l’ecosistema di queste aree dall’equilibrio fragile e complesso, in attesa che avvenga un’integrazione tra le Direttive Quadro sulle Acque, Habitat e Uccelli e quella per le aree marino-costiere, con la Direttiva Quadro sulla Strategia per l’ambiente marino, in modo da poter risparmiare tempo e risorse per tutelare e monitorare la biodiversità in queste preziose zone.

Per maggiori dettagli sulle iniziative di Legambiente clicca qui.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Pierluigi Sassi