• GreenStyle
  • Consumi
  • Giornata Mondiale Acqua 22 marzo 2016: Water for sustainable growth

Giornata Mondiale Acqua 22 marzo 2016: Water for sustainable growth

Giornata Mondiale Acqua 22 marzo 2016: Water for sustainable growth

Martedì 22 marzo 2016 torna la Giornata Mondiale dell'Acqua, iniziative promosse dal Politecnico di Milano a favore di un utilizzo più sostenibile.

Torna il 22 marzo 2016 la Giornata Mondiale dell’Acqua. Molte le iniziative nel mondo a sostegno di quello che rappresenta il bene primario per molte delle specie animali e vegetali della Terra. Tra queste una serie di eventi e progetti promossi dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano in collaborazione con la Fondazione Politecnico di Milano.

Istituita dall’ONU nel 1992, la Giornata Mondiale dell’Acqua vedrà le varie iniziative divulgative, libere e gratuite, promosse dal Politecnico di Milano puntare alla sensibilizzazione nei confronti del tema “Acqua” e in particolare verso l’obiettivo posto dalle Nazioni Unite di crescita sostenibile. Un traguardo sintetizzato nel titolo “Water for sustainable growth”.

Presso gli edifici di piazza Leonardo da Vinci 32 a Milano sono in programma workshop (“L’acqua e l’ingegneria: oggi e domani”), uno spazio espositivo intitolato “I 1000 volti dell’acqua”, il concorso fotografico “Acqua: sfide e opportunità”, oltre a seminari divulgativi che si svolgeranno tra le 14 e le 19 (presso l’Aula Beltrami e l’Aula Castigliano).

Queste iniziative contribuiranno a dare vita a un vero e proprio percorso, dal titolo “Acqua: buona o cattiva? L’oggi e le sfide future”. Un viaggio alla scoperta dei tanti “volti” dell’acqua, presentato in anteprima attraverso un video disponibile a fondo testo.

La gestione dell’acqua pubblica che è tornata proprio in questi giorni ad animare accese polemiche in Italia. Secondo quanto hanno denunciato i deputati del Movimento 5 Stelle e di SEL alcuni emendamenti presentati da esponenti PD mirerebbero a porre sotto il controllo privato la vigilanza sui servizi idrici in Italia.

Il pericolo secondo M5S e SEL è di tradire l’esito del referendum sull’acqua del 2011 e consentire di fatto una privatizzazione dell’acqua in Italia. Pronta la replica del PD, che tuttavia non sembrerebbe aver placato le ire delle due forze d’opposizione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Acqua: dal rubinetto, in bottiglia o depurata?