• GreenStyle
  • Consumi
  • Giappone: riapriranno le centrali nucleari, nonostante Fukushima

Giappone: riapriranno le centrali nucleari, nonostante Fukushima

Giappone: riapriranno le centrali nucleari, nonostante Fukushima

Il premier giapponese Shinzo Abe ha annunciato la riapertura delle centrali nucleari giapponesi, inascoltati gli avvertimenti dell'OMS sulla salute.

Il disastro di Fukushima aveva spinto l’allora governo giapponese ad una risoluzione storica: la chiusura di tutte le centrali nucleari nel Paese. Una notizia da considerare di portata enorme per uno Stato che da decenni è in assoluto tecnologicamente all’avanguardia nel settore. Le ragioni di tale decisione possono facilmente essere osservate, basta leggere l’ultima ricerca dell’OMS.

Leggi il rapporto dell’OMS sul rischio di cancro a Fukushima

Il nuovo premier Shinzo Abe ha comunicato però in queste ore la sua intenzione di retrocedere alla decisione del proprio predecessore. Insomma, a due anni da Fukushima, il Giappone inizia a lavorare per riaprire le centrali nucleari.

Annunciando le notizia al Parlamento, Abe, ha, comunque, detto che la riaccensione dei reattori sarà preceduta da una messa in sicurezza degli stessi secondo standard di sicurezza moderni. La dichiarazione suona, anche, come un test verso l’opinione pubblica, visto che Abe si è guardato bene dal precisare di che tipo di procedure di sicurezza si stia parlando e, soprattutto, di quali e quanti reattori.

>>Leggi le dichiarazioni TEPCO sull’incidente di Fukushima

Curiosamente, nelle stesse ore anche il ministro tedesco dell’ambiente, Peter Altmaier, ha lamentato come la prevista uscita dal nucleare da parte della Germania peserà sulle casse dello Stato e dei cittadini qualcosa come 1000 miliardi di euro. Gli ambientalisti hanno, chiaramente, contestato tali calcoli, che mirano soprattutto a promuovere un taglio agli incentivi alle rinnovabili. Resta comunque l’impressione che, globalmente, l’onda emotiva generata da Fukushima sia ormai quasi scomparsa ed i “nuclearisti” di tutto il mondo stiano rialzando la testa.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Lubrificanti usati: intervista a Paolo Tomasi e Claudio Andrea Gemme