Il giallo dei 100 cani seppelliti vivi in Cina

Il giallo dei 100 cani seppelliti vivi in Cina

100 cani sarebbero stati seppelliti vivi nel nord della Cina: gettati in una grande buca e poi completamente ricoperti di terra, scoppia la polemica.

100 cani sarebbero stati sotterrati vivi in Cina, sul Web esplode la polemica e scatta la rincorsa alle accuse. Ma dalla lontana Asia non arrivano conferme, anzi le autorità locali parlano di bufala virale. Cosa sta succedendo?

Il tutto è nato online qualche giorno fa, quando sulla piattaforma locale Weibo – un social network simile a Facebook e Twitter – sono stati pubblicati degli status allarmanti sulla presenza di molti cani in una fossa. Il tutto sarebbe accaduto nel nord della Cina, nei pressi della Mongolia, sebbene di evidenze specifiche sull’area non ne siano trapelate.

A lanciare l’accusa, con tanto di prove fotografiche, una donna le cui generalità non sono note. Nel tentativo di cercare il suo cane momentaneamente allontanatosi durante una passeggiata, la giovane si sarebbe imbattuta in una grande buca, alta circa cinque metri e larga sei, dove all’interno alloggiavano denutriti un centinaio di animali. Con l’aiuto di alcuni amici e di funi improvvisate, una decina di esemplari sarebbe stata tratta in salvo. Dato l’arrivo della sera e l’impossibilità di provvedere da soli al salvataggio, il gruppo si sarebbe allontanato per cercare aiuto, con la promessa di tornare il giorno dopo. Passate 24 ore e di nuovo sul posto, però, la triste scoperta: la fossa sarebbe stata ricoperta di terra, i cani rimasti in attesa d’aiuto seppelliti vivi.

Cani sotterrati in Cina
Cani sotterrati in Cina

La narrazione dell’accaduto, completa di un paio di immagini, è immediatamente diventata virale, tanto da superare i confini della Cina per spargersi a macchia d’olio in tutto il mondo occidentale. Sulle testate locali la notizia ha avuto un’enorme eco mediatica, tanto che in molti hanno preso la vicenda come la prova più evidente della necessità di nuove leggi per la protezione degli animali. E scoppia la polemica, con tanto di giallo che coinvolge le autorità locali: secondo gran parte dell’opinione pubblica, infatti, sarebbero stati proprio degli ufficiali a seppellire i cuccioli per tentare di nascondere l’accaduto. Stando a quanto riporta la CNN, però, le autorità di Axla Left Banner, l’area amministrativa responsabile di quell’area, rinnegano ogni accusa. “Le nostre indagini mostrano come ciò che è stato diffuso online sia falso”, tanto da bollare il tutto come una bufala. Nel frattempo, alcuni volontari di Yinchuan Stray Animals Home – l’associazione contattata per il recupero degli animali – conferma il fatto e il ritrovamento di almeno sei cadaveri.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!