Germoglio di cotone nato sulla Luna: successo per l’esperimento cinese

Germoglio di cotone nato sulla Luna: successo per l’esperimento cinese

Fonte immagine: Twitter Cina Xinhua News

La missione dell’Agenzia spaziale cinese Chang’e-4 sulla Luna conquista un primato: alcuni semi di cotone sono germogliati sulla superficie lunare.

All’interno di un contenitore appositamente studiato per l’esperimento è germogliato un seme di cotone, il tutto è avvenuto sulla Luna. Questo è uno dei risultati della missione lunare della Cina che sta esplorando il lato oscuro del satellite terrestre con la sonda Chang’e 4, che lo scorso 3 gennaio si è posata sul lato più lontano della Luna per la prima volta nella storia.

In questi giorni le foto inviate dalla sonda sulla Terra hanno mostrato la nascita della piantina. Si tratta del germoglio di una pianta di cotone, tenuto in una parte dell’astronave che serve per degli esperimenti di biologia: sono presenti diversi tipi di semi come quello di colza, patate e arabidopsis, una piccola pianta che fa da organismo modello per le scienze vegetali, oltre a uova di mosca della frutta e alcuni lieviti.

Una coltura per niente semplice a causa delle temperature lunari, che di giorno possono superare i 100°C e la notte scendere a -100°C. I semi sono contenuti in speciali contenitori di alluminio in grado di mantenere la temperatura tra 1 e 30 gradi, consentire l’ingresso della luce naturale e fornire acqua e nutrienti vegetali. L’astronauta australiano Fred Watson spiega:

Si tratta di una buona notizia perché significa che nei prossimi anni i membri dell’equipaggio dei velivoli spaziali non dovrebbero trovare ostacoli insormontabili alla coltivazione di semi in ambienti controllati. Inoltre la Luna potrebbe essere in futuro un’ottima base per viaggi tra la terra e gli altri pianeti.

Non è la prima volta che crescono piante nello spazio: sulla Stazione Spaziale Internazionale, nel 2016, un’équipe della Nasa ha fatto crescere le zinnie. La creazione futura di una mini “biosfera autosufficiente” sulla Luna potrebbe permettere di allungare i tempi delle missioni spaziali in quanto verrebbe ridotta la necessità di approvvigionamenti dal nostro Pianeta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be