Germania dice addio al carbone, stop entro il 2038

Germania dice addio al carbone, stop entro il 2038

Germania approva la legge per l'uscita dal carbone entro il 2038: previsto un percorso legislativo specifico, ma non mancano le voci critiche.

La Germania ha approvato la sua via d’uscita dal carbone. La nazione tedesca smetterà di utilizzare il combustibile fossile entro il 2038. Il piano di “Phase out” ha ricevuto l’approvazione sia del ramo alto (Bunderstag) che di quello basso del parlamento (Bundesrat). A sottolinearlo il Ministro dell’Economia Peter Altmaier.

Il provvedimento che prevede l’uscita della Germania dal carbone si compone di due parti. Nella prima sezione viene stabilito un iter legislativo da seguire per ridurre a zero le emissioni al più tardi entro il 2038. Nel secondo spazio viene indicata la ripercussione economica, a livello regionale, che deriverà dal “Phase out”. Ha dichiarato Altmaier:

L’era dei combustibili fossili in Germania giunge con questa decisione a un irrevocabile fine.

La Ministra dell’Ambiente Svenja Schulze ha rilanciato, indicando nel provvedimento appena approvato dal Parlamento tedesco:

Un grande successo politico per tutti coloro che hanno a cuore il futuro climatico sostenibile per i nostri figli e nipoti.

Sono previsti aiuti economici per 40 miliardi di euro ai Land a maggiore vocazione carbonifera: Brandeburgo, Renania Settentrionale-Vestfalia (Nordrhein-Westfalen), Sassonia, Sassoni-Anhalt. Inoltre agli operatori delle centrali a carbone che approveranno, entro il 2026, piani di chiusura degli impianti alimentati a combustibili fossili verranno riconosciute compensazioni.

Uscita dal carbone in Germania, le critiche

Malgrado gli annunci positivi dei membri del Governo tedesco, non tutti hanno accolto con favore l’approvazione del provvedimento. Tra le voci critiche figura ad esempio Martin Kaiser di Greenpeace, che ha definito il documento “un errore storico”. A ritenere che la legge approvata dal Parlamento di Berlino non sia sufficiente dal punto di vista climatico anche Annalena Baerbock, a capo del partito Alleanza 90/I Verdi. Baerbock lo ha definito un provvedimento ignaro del futuro, e chiama il Governo Merkel a una più ambiziosa uscita dal carbone entro il 2030.

Fonte: Ecowatch

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Carburante dai rifiuti