Geco in casa: rimedi per allontanarlo

Geco in casa: rimedi per allontanarlo

Fonte immagine: Pixabay

Il geco è un rettile dal piccolo formato in grado di camminare su soffitti e pareti: simpatico e utile all'ambiente, ecco come allontanarlo senza ferirlo.

Appeso a pareti e soffitti il geco scatena reazioni sempre differenti in chi lo osserva, alternando emozioni altalenanti tra chi lo adora e chi lo teme. Eppure questo piccolo rettile, tipico delle zone più calde e temperate, è un animaletto dall’indole tranquilla che ama presentarsi durante le ore serali e notturne fino a varcare discretamente la soglia di casa. Del tutto innocuo, il piccolino dalle zampette adesive può risultare un po’ invadente se presente in numero massiccio, per questo è bene accompagnarlo gentilmente alla porta senza maltrattarlo.

Geco e insetti

Quando il numero di gechi nell’abitazione risulta troppo elevato, è bene effettuare un allontanamento mirato, magari con il supporto di un professionista per un procedimento pacifico e rispettoso. Il geco è un animaletto tranquillo e che svolge un ruolo importante per l’ecosistema perché ghiotto di insetti, per questo è molto importante accompagnarlo con gentilezza verso l’uscita. Appare quando è presente una moltitudine di zanzare, ragni e falene, per questo è bene risolvere la problematica a monte con una disinfestazione mirata da insetti. Pulendo accuratamente le zone dove potrebbero annidarsi e proliferare, fino a installare le zanzariere più classiche: un deterrente anche per gli stessi gechi.

Allontanamento gentile

Geco

Per evitare che un simpatico geco rimanga dentro le mura di casa è bene impedirne l’accesso, magari sigillando fori e crepe in muri e finestre oppure lasciando campo libero al gatto, la cui presenza è fortemente temuta. Tra i rimedi naturali o tradizionali più classici, si può sistemare della naftalina nelle aree della casa dove la presenza risulta maggiore: questa è un fortissimo repellente che il geco rifugge. Oppure versando lungo il perimetro della casa, o nelle crepe, del pepe di Cayenna, ma anche fette di cipolla o aglio così da allontanarlo senza problemi. Anche il guscio d’uovo può risultare utilissimo, basta disporlo lungo i muri esterni della dimora o nelle aree intermedie: il geco scapperà a gambe levate. Un trucco semplice perché l’animale lo associa alla presenza dei predatori che teme con timore. Non è necessario sopprimerlo perché è un animaletto simpatico, utile e del tutto pacifico.

Il geco è il suo ruolo

Parente della lucertola, il geco possiede dimensioni medio piccole e colorazioni anche sgargianti, ma sempre utili per il mimetismo, Ciò che lo caratterizza sono le zampe, in grado di aderire a qualsiasi superficie sfidando letteralmente la gravità. È un rettile molto utile perché, come anticipato, si nutre golosamente di tutti quegli insetti che risultano fastidiosi per l’uomo a partire dalle temibili zanzare. Il suo è un ruolo essenziale per il benessere dell’ecosistema stesso.

Geco e fortuna

Geco

Simbolo dell’adattabilità, è un animaletto in grado di staccarsi la coda pur di distrarre i predatori, consapevole della successiva ricrescita della stessa. Secondo gli aborigeni polinesiani, il geco è un punto di contatto tra vivi ed i morti, mentre in Thailandia udire il suo canto durante un parto è sinonimo di fortuna. Per questo è bene non scacciarlo: la sua è una presenza pacifica, rispettosa, benefica e molto positiva.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!