Gatto sopravvive a un ciclo in lavatrice

Gatto sopravvive a un ciclo in lavatrice

Fonte immagine: kicia_papuga via iStock

Un gatto è sopravvissuto a un ciclo di lavaggio in lavatrice: i proprietari non si sono accorti della sua presenza all'interno del cestello.

Un gatto è sopravvissuto a un intero ciclo di lavaggio in lavatrice, seppur riportando gravi conseguenze per la salute. È questa la storie di Felix, un felino statunitense miracolosamente estratto vivo dall’elettrodomestico di casa: l’animale era riuscito a entrare nel cestello, senza che i proprietari potessero accorgersene. E ora è partita una campagna di raccolta fondi online, per garantire al quadrupede tutte le cure del caso.

Il tutto è accaduto a Maplewood, in Minnesota, pochi giorni fa. Stefani Carroll-Kirchoff, la proprietaria del gatto, aveva deciso di avviare un ciclo veloce per la sua lavatrice, posizionata nel seminterrato. Poco meno di dieci indumenti, per un programma a media temperatura e risciacquo a freddo. Terminato il lavaggio e recatasi a rimuovere i panni dall’apparecchio, però, la proprietaria si è trovata a dover fronteggiare una vera e propria emergenza: Felix, uno dei tre gatti di casa, si trovava all’interno dell’apparecchio, avvolto da un panno bagnato.

Incredibilmente ancora in vita, la proprietaria e i suoi familiari hanno immediatamente condotto il felino presso l’Animal Emergency and Referral Center di Oakdale, affinché potesse essere sottoposto a tutte le misure del caso. Il gatto ha perso momentaneamente la vista, sviluppato una polmonite da eccesso di liquidi nei polmoni e riportato diversi traumi da sballottamento. È stato quindi inserito all’interno di un’apposita camera ventilata, per aiutarlo a respirare, ed è ora sotto trattamento con antibiotici. Sebbene i veterinari non si siano troppo sbilanciati, non si esclude un buon recupero per il quadrupede.

Per coprire i costi delle cure, molto elevati negli Stati Uniti, è stata avviata una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe, oggi già giunta a cifre importanti. Nel frattempo, non è ben noto come il gatto sia potuto entrare nella lavatrice senza che i proprietari se ne potessero accorgere. Va però sottolineato come, a differenza dell’Europa, i consumatori statunitensi preferiscono apparecchi con carica dall’alto, di conseguenza non è possibile osservare i panni durante il lavaggio così come avviene per una lavatrice con carica verticale e oblò frontale.

Fonte: New York Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta