• GreenStyle
  • Pets
  • Gatto o cane? Studio rivela quale animale scegliere per far colpo

Gatto o cane? Studio rivela quale animale scegliere per far colpo

Gatto o cane? Studio rivela quale animale scegliere per far colpo

Fonte immagine: Pexels

Gatto o cane, quale animale per far colpo: uno studio rivela l'effetto degli animali nel dating online, tra stereotipi di genere e problemi culturali.

Gatto o cane, quale animale domestico aumenta le possibilità di far colpo? Sembra essere questa la domanda alla base di un recente studio condotto dalla Colorado State University, sul rapporto tra amici a quattro zampe e applicazioni di dating. E gli esiti della ricerca sono sorprendenti: se si cerca la dolce metà, meglio non mostrare foto del felino di casa nel profilo online.

Gli scienziati hanno voluto analizzare quanto la presenza di un animale domestico possa influire sulle prime impressioni, quando si scorrono i profili di papabili partner online. A questo scopo, i ricercatori hanno sottoposto a 708 donne due immagini dello stesso uomo. Nella prima, il candidato partner si mostrava da solo. Nella seconda, il giovane stringeva tra le braccia il suo adorato gatto.

Dai risultati del test è emerso come l’immagine senza gatto colga maggiormente l’attenzione della controparte femminile. In altre parole, le donne sono più inclini a concedere un appuntamento quando esposte alla fotografia priva del felino. Di tutte le intervistate, il 38% a cui è stato sottoposto lo scatto senza gatto ha affermato di voler “probabilmente” o “molto probabilmente” incontrare l’uomo ritratto. Ancora, il 37% vorrebbe stringere con il giovane una relazione di lungo periodo. Solo il 9%, invece, escluderebbe qualsiasi forma di contato.

Diverso il discorso per l’immagine con protagonista il felino. Solo il 33% concederebbe un appuntamento al proprietario dell’animale, mentre addirittura il 14% rifiuta a priori una conoscenza. Intervistate in merito al diniego, le partecipanti al test hanno affermato:

Gli uomini che abbracciano i gatti sono meno mascolini e più nevrotici.

Gatto, gli stereotipi culturali

Stando ai ricercatori, si viene quindi a creare una sorta di cortocircuito, dove lo stesso uomo viene percepito in maniera assai differente a causa di stereotipi di genere e fattori culturali. In particolare, negli Stati Uniti è ancora molto diffusa l’immotivata credenza che il gatto sia un’animale domestico quasi esclusivamente riservato all’universo femminile. Ancora, appare tutt’oggi difficile negli USA scardinare la leggenda che vede nei proprietari di gatti persone depresse o ansiose. Così spiegano i ricercatori.

I proprietari di gatti non si differenziano dal resto della popolazione in termini di depressione, ansia o esperienza nelle relazioni. I nostri risultati sono contrari alla nozione comune che vede i proprietari di gatti come più depressi, ansiosi o solitari.

Uno stereotipo che sembra essere confermato da precedenti studi, condotti in modo analogo sui cani. I proprietari a stelle e strisce di quadrupedi scodinzolanti sono infatti percepiti dalle donne come più mascolini, equilibrati, psicologicamente forti e abili in ambito sessuale.

Fonte: CNN

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!