Gatti: gli italiani li porteranno in vacanza

Gatti: gli italiani li porteranno in vacanza

Fonte immagine: Pexels

Gli italiani sono sempre più orientati alle vacanze con i gatti: saranno moltissimi i proprietari che, nella pausa estiva, porteranno il micio in viaggio.

Gli italiani non rinunceranno alla compagnia del gatto di casa per le ormai imminenti vacanze d’agosto. È quanto svela un sondaggio svolto da Feliway, e rilanciato dall’agenzia di stampa ANSA, in merito alle previsioni di viaggio degli appassionati tricolore di felini. Le vacanze con quadrupede al seguito sono infatti in aumento: oltre il 50% dei proprietari sta infatti pensando di organizzare una trasferta in compagnia dell’animale.

Le località di villeggiatura si fanno sempre più pet-friendly e, per questa ragione, sempre più proprietari di gatti organizzano le loro vacanze in funzione del felino. Il sondaggio “Gatto-vacanze 2019”, condotto su un campione social di 795.000 navigatori da Feliway, dimostra infatti come il 50% degli amanti dei gatti porterà il quadrupede in vacanza, mentre il 79.5% di chi lo lascerà a casa – affidandolo quindi alle cure di amici e parenti – lo porterebbe con sé se potesse farlo.

In merito alle mete di viaggio a quattro zampe, vincono le località marittime al 53.8%, seguite dalla montagna al 24.4%, dalla collina al 13% e dal lago all’8.4%. Sul fronte delle strutture, invece, la maggior parte sceglierà una casa in affitto – l’86% – forse perché garantisce il massimo della libertà nella gestione dell’amico a quattro zampe. Per i gatti che rimarranno in città, invece, l’86% rimarrà nell’abituale appartamento sotto la cura e il controllo di persone delegate, l’11% verrà trasferito a casa di amici e parenti e il 2.5% in una pensione estiva.

Da chi è già abituato a viaggiare con il gatto di casa, inoltre, giungono importanti informazioni: il 70% degli esemplari mostra qualche disagio, poiché i felini sono territoriali e non amano abbandonare il loro ambiente, mentre il 30% si adatta subito alla località di approdo. Gli eventuali fastidi sono gestiti con giochi e oggetti graditi al gatto (28.7%), aumentando le attività ludiche (21.3%), incrementando le coccole (18%) e impiegando ferormoni (19%).

Fonte: ANSA

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta