Gatti che disturbano il sonno, alcuni trucchi

Gatti che disturbano il sonno, alcuni trucchi

Gatti iperattivi durante la notte: ecco alcune attività di gioco che terranno il micio occupato per diverse ore, per garantire il sonno dei suoi padroni.

Non tutti forse ne sono a conoscenza, ma il gatto è un felino particolarmente attivo durante la notte. Così molti padroni si ritrovano nella fastidiosa condizione di dover soddisfare i capricci del micio di casa proprio quando è il momento di andare a dormire: miagolii, voglia di giocare e fame improvvisa rendono le ore serali un vero incubo. E c’è anche di peggio: chi non è mai stato svegliato di notte dal proprio gatto iperattivo?

Le gestione della vita notturna del gatto, però, non è così complicata come potrebbe apparire. Il trucco, come prevedibile, è quello di tenere l’animale occupato: i felini domestici raramente distoglieranno l’attenzione da qualcosa a cui sono interessati e, così, basta anche solo una pallina per dormire una notte intera senza interruzioni. Perché, allora, non fare del gioco un’arma vincente? Il segreto sta proprio nell’esaurire le energie del micio poco prima di coricarsi, con attività fisiche intense che lo spingeranno al riposo nelle successive ore. Ecco alcune idee

  1. Legare una pallina di feltro all’estremità di un bastone, per poi agitarla a mezz’aria. Il gatto sarà stimolato a saltare per afferrarla e così consumerà parecchie energie, preferendo poi sonnecchiare per riprendere le forze;
  2. Procurarsi un sacchetto del pane o degli ortaggi, rigorosamente di carta, e aprire un foro dal lato normalmente chiuso. Nascondere quindi un giocattolo all’interno del sacchetto, per poi disporre lo stesso in posizione orizzontale sul pavimento. I gatti adorano infilarsi in scatole, sacchetti o piccoli anfratti e la sorpresa di un giocattolo li terrà occupati per il tempo necessario a prendere sonno. È molto importante che il sacchetto sia di carta, perché innocuo in caso di ingestione accidentale e per possibili problemi di soffocamento;
  3. Acquistare un piccolo topolino di silicone anallergico, da legare a una cordicella abbastanza resistente, meglio se elastica. Legare l’estremità a un mobile fisso – quindi niente sedie, tavoli o altri parti dell’arredamento che potrebbero cadere – e mostrare al micio il gioco ciondolante. La corda elastica muoverà il topolino in direzioni inaspettate e il felino di casa passerà ore ed ore nel cercare di acciuffarlo;
  4. Qualora il pavimento di casa fosse piastrellato, quindi privo di parquet o moquette, nascondere qua e là qualche pallina di gomma, meglio se fosforescenti. Non appena spente le luci, il micio sarà attratto dal loro bagliore e passerà l’intera notte a catturare le sue singolari prede.

Da rimarcare ovviamente come ogni gioco debba essere proposto nel massimo della sicurezza, soprattutto se l’animale vi ricorrerà in piena solitudine. Meglio scegliere, perciò, una stanza dai pochi soprammobili o priva di oggetti di valore economico o affettivo, per evitare che il gatto li distrugga durante le sue scorribande.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta