Gatti: 13 comportamenti e situazioni che odiano

Gatti: 13 comportamenti e situazioni che odiano

Fonte immagine: Unsplash

Il gatto non ama alcune situazioni che trova costrittive, per questo è indispensabile relazionarsi con lui in modo rispettoso: 13 comportamenti odiati.

Il gatto è un animale dall’indole indipendente e serafica, che preferisce gestire le sue faccende in autonomia senza troppe intrusioni. Solitamente cerca il supporto dell’uomo quando è bisognoso di cibo, affetto o è in una condizione di necessità, ma esistono una serie di comportamenti che poco tollera e non ama particolarmente. Per una buona e serena convivenza è importante tenerli a mente, rispettando al contempo le esigenze del quadrupede.

Grattare il ventre

Alcuni gatti tollerano il gesto o lo amano, ma tendenzialmente quasi tutti non adorano farsi grattare la pancia perché si sentono bloccati e indifesi e, per questo, reagiscono graffiando o allontanandosi.

Estranei

Gatti
Gatti

Non amano interagire con gli estranei e farsi toccare da chi è poco pratico di felini, come ad esempio i bambini molto piccoli. Per un buon approccio è giusto concedergli la prima mossa, lasciandogli la possibilità di annusare la mano degli ospiti. Se interessati si avvicineranno strusciandosi altrimenti è bene lasciarli stare senza forzare il contatto.

Coda

Meglio non tirare o bloccare la coda del gatto, anche se la sventola allegramente davanti al naso, perché il micio non ama sentirsi trattenuto. In particolare non apprezza i gesti troppo diretti dei bambini più piccoli, che vanno aiutati nel giusto contatto, ma solo se Fufi lo richiede.

Sollevati da terra

Gattino

Non apprezzano essere sollevati e ricevere abbracci, anche se spesso lo tollerano, finendo però per divincolarsi alla ricerca di una via di fuga.

Solitudine

Nonostante la predisposizione all’indipendenza, il gatto non apprezza la solitudine, in particolare se prolungata per tutto il giorno: per distrarlo è possibile affidargli qualche giochino o nascondere qualche delizia per la casa, così da attivare una simpatica caccia al tesoro.

Auto

Gattino

Il viaggio in auto, magari chiusi nel box, è sempre un trauma: per questo è importante che il gatto familiarizzi prima con l’oggetto tra le mura domestiche. Basta lasciare aperto il trasportino con una coperta soffice al suo interno, con qualche gioco e golosità per incuriosire l’amico.

Lettiera

Se il gatto preferisce rilasciare le sue deiezioni fuori dalla lettiera, significa che il box non è particolarmente pulito oppure, al contrario, lo è troppo: il micio non riconosce il proprio spazio e odore. Meglio lasciare due lettiere in due spazi differenti della casa, meglio se pulite con prodotti adatti alla salute del felino e quindi inodore.

Bagno

Gatti

Il gatto non ama l’acqua e, di conseguenza, neppure fare il bagno: per mantenerlo pulito basta spazzolarlo con calma e con frequenza, proteggendolo con antiparassitari specifici. Alla toellettatura ci penserà da solo oppure, nel caso dei gatti a pelo lungo, è meglio farsi consigliare qualche prodotto dal veterinario utili a prevenire la formazione di nodi e palle di pelo.

Medicazione

Se Fufi deve prendere delle medicine e delle piccole pastiglie è importante nasconderle nel cibo, meglio dentro un pezzetto di formaggio. Se il formato è importante, è bene triturarle e mescolarle con qualcosa di molto ghiotto tipo pesce o carne. Se rifiuta il tutto è più facile polverizzare, mescolare con brodo di pesce e somministrare con una siringa senza ago.

Nuovo gatto

Gatto relax

Spesso l’ingresso di un nuovo felino non è visto di buon occhio. Per questo motivo, almeno per i primi tempi, è bene lasciarli confinati in due spazi separati, scambiando i rispettivi accessori (coperte, giochi). In questo modo si abitueranno al profumo del nuovo amico, quindi permettetegli di vedersi ma attraverso un vetro, nutrendoli contemporaneamente. Questo rinforzo positivo aiuterà la conoscenza reciproca senza barriere: basterà distrarli mentre sono nello stesso spazio con giochi e croccantini. Con il tempo l’associazione risulterà vincente e i due potranno convivere serenamente.

Cibo vecchio

Il gatto ama effettuare più pasti freschi durante il giorno ma, in caso di assenza prolungata data dal lavoro, è meglio attrezzarsi con un dosatore automatico oppure fornendo un pasto abbondante prima di uscire, quindi disseminando golosità per casa per impegnarlo fino alla cena della sera.

Cani

Gatto alla finestra

Come per i bambini anche verso i cani il gatto nutre una certa avversione, per questo lasciate che sia lui ad avvicinarsi cercando l’interazione offrendo crocchette per agevolare la positività della situazione. Ma permettendogli anche di fuggire e nascondersi velocemente, se necessario.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta