Gatta sopravvive alla lavatrice

Gatta sopravvive alla lavatrice

Una gattina statunitense è sopravvissuta a un lavaggio in lavatrice: a salvarla la carica dall'alto, che le ha permesso di respirare.

Tanto spavento, ma nessun danno: si può riassumere così la storia di Natasha, una piccola gattina statunitense incredibilmente sopravvissuta a un lavaggio accidentale in lavatrice. E ora la cucciola potrebbe addirittura ricevere un premio.

>>Scopri i pericoli domestici per i gatti

Il tutto è successo qualche settimana fa, quando il coinquilino di Daryl Humdy, la proprietaria della siamese Natasha, ha deciso di avviare un ciclo di lavatrice. Inseriti i primi panni sporchi, l’uomo si è momentaneamente allontanato per recuperare della biancheria dimenticata in camera da letto. Al suo ritorno, però, il giovane non si è accorto di come la gattina si fosse nel frattempo infilata nel cestello e, ignaro di tutto, ha acceso l’elettrodomestico. Dopo 35 minuti, la brutta sorpresa.

All’apertura dell’oblò, il ragazzo si è trovato di fronte una Natasha fradicia e insaponata, evidentemente in stato di shock. Trasportata immediatamente nella clinica veterinaria più vicina, la piccola se l’è cavata con la somministrazione di un calmante e con una dormita sotto una copertina termica, dato il suo stato di ipotermia. Provvidenziale è stata la carica dall’alto dell’apparecchio, che ha permesso alla micia di mantenere per tutto il tempo la posizione orizzontale e di tenere il musetto fuori dall’acqua. Se la lavatrice fosse stata a carica verticale, così come normalmente in uso in Italia e in gran parte dell’Europa, l’animale si sarebbe imbattuto in morte certa.

>>Scopri i rischi dei giochi a corda per i gatti

Fortunatamente la proprietaria Daryl tempo fa aveva sottoscritto un’assicurazione per la gattina, che ne ha coperto i costi sanitari. Ma c’è di più: proprio dall’assicurazione, la Veterinary Pet Insurance, potrebbe arrivare un premio e un anno di storno delle rate. Pare che la piccola Natasha si sia infatti aggiudicata il premio per l’incidente più strano del mese. Non tutti i mali, insomma, vengono per nuocere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta