• GreenStyle
  • Pets
  • Gatta adottata da un ufficio partorisce in sala riunioni

Gatta adottata da un ufficio partorisce in sala riunioni

Gatta adottata da un ufficio partorisce in sala riunioni

Fonte immagine: Pixabay

Una gatta randagia è stata adottata da un ufficio: dopo pochi giorni, l'animale ha partorito ben otto cuccioli nella comodità di una sala riunioni.

Una gatta trova una nuova casa in un ufficio e ne approfitta per partorire in sala riunioni. È questa la singolare e tenera storia che proviene dalla Cina, dove un felino randagio è stato ufficialmente adottato da tutti i dipendenti, pronti a provvedere a ogni sua necessità.

Il tutto è accaduto presso l’agenzia di design Holmes & Marchant, presso la sede di Shanghai. I dipendenti qualche tempo fa hanno notato una gattina nei pressi dell’edificio, appesantita dalla gravidanza ed evidentemente bisognosa di attenzioni. Ogni mattina, infatti, il felino era solito appostarsi di fianco alla porta d’entrata della società, cercando di attirare le attenzioni dei dipendenti con dei dolci miagolii.

Commossi da tanta dolcezza, i lavoratori hanno quindi deciso di adottare ufficialmente la gatta, permettendole di occupare gli spazi dell’ufficio. Ribattezzata Boba, la micia ha trovato un ambiente caldo e accogliente e i dipendenti si sono prodigati per recuperare tutto il necessario per garantire una permanenza confortevole. Dopo qualche giorno, la sorpresa: l’animale ha dato alla luce ben otto cuccioli, quattro maschi e quattro femmine.

Gatta e cuccioli: la vita in ufficio

I lavoratori dell’azienda hanno deciso di accogliere anche tutti i cuccioli e, passate due settimane dal parto, tutti gli animali sono stati trasferiti in una grande sala riunioni a loro dedicata. Qui potranno esplorare l’ambiente, trovare angoli per riposare, giocattoli, lettiere e cibo in abbondanza.

Questa sistemazione non sarà però eterna. I dipendenti stanno infatti cercando delle famiglie affidabili e certificate per regalare una nuova casa ai cuccioli, affinché non debbano rimanere chiusi in ufficio ma vivere un’esistenza piena di scoperte. E anche la mamma verrà presto adottata, preferibilmente con almeno uno dei suoi piccoli. In un periodo complesso come quello della pandemia, si teme infatti che gli uffici non possano rimanere a lungo aperti e, di conseguenza, che nessuno possa provvedere alle esigenze dell’amatissima Boba.

Fonte: Metro

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle