Fusione fredda: Toyota e Mitsubishi stanno collaborando

Fusione fredda: Toyota e Mitsubishi stanno collaborando

Steven Krivit rivela che Toyota e Mitsubishi starebbero collaborando su una serie di esperimenti sulla fusione fredda.

Due colossi giapponesi avrebbero deciso di collaborare. Parliamo di Toyota e Mitsubishi, ma l’oggetto dell’accordo non sarebbe un fuoristrada e neanche una vettura in generale, quanto alcuni esperimenti comuni sul campo delle LENR. A darne notizia è stato il solito Steven B. Krivit, senza però citare fonti su questa indiscrezione. In questo senso, chiariamo che la notizia è da prendere in attesa di conferme o smentite.

>> Leggi altre notizie sulla fusione fredda

In pratica, Toyota avrebbe deciso di associarsi agli esperimenti della collega sul campo della fusione fredda. In gioco ci sono i tentativi di trasmutare il deuterio senza utilizzare forme energetiche tradizionali, ovvero, a partire da reazioni nucleare a bassa energia e temperatura (appunto le LENR).

Se tale notizia venisse confermata, vorrebbe dire che due multinazionali dalle potenzialità economiche impressionanti stanno investendo tempo e denaro sulle LENR, e il loro nome si somma a quello di altre multinazionali o grandi aziende di cui si chiacchiera un interessamento per la fusione fredda: da Siemens a National Instrument.

>&gt Leggi come Siemens sia coinvolta nella realizzazione dell’E-Cat

Ribadiamo, a ogni modo, come non ci siano conferme dai due big dell’auto nipponici. In questo senso, un certo scetticismo sarebbe perfettamente giustificato. Non è comunque la prima volta che Krivit parla di interessamenti della Toyota nel campo delle LENR e non ci risultano smentite.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Toyota i-Road, il test