• GreenStyle
  • Salute
  • Fungo killer, allarme dagli USA: Candida auris uccide in 90 giorni

Fungo killer, allarme dagli USA: Candida auris uccide in 90 giorni

Fungo killer, allarme dagli USA: Candida auris uccide in 90 giorni

Fonte immagine: iStock

Dagli USA allarme dei CDC e del New York Times: fungo killer Candida auris, mortale in 90 giorni, potrebbe uccidere in futuro più dei tumori.

È allarme dagli USA per un fungo killer resistente ai farmaci. Secondo quanto riportato dal NY Times il microrganismo sarebbe in grado di uccidere un essere umano in circa 90 giorni, arrivando potenzialmente a causare 10 milioni di morti l’anno nel 2050. Un dato che porterebbe questo fungo a rivelarsi più mortale dei tumori, che nello stesso anno provocherebbero “appena” 8 milioni di decessi.

Il fungo killer altro non è che un particolare ceppo della Candida auris, risultato in grado di diffondersi con facilità e resistente a tutti i trattamenti finora utilizzati. La diffusione di questo microrganismo risulterebbe particolarmente attiva negli ospedali, come sottolineato dal quotidiano newyorkese. Ultima vittima accertata un uomo ricoverato per un’operazione all’addome presso il Mount Sinai Hospital di Brooklyn, risultato positivo alle analisi del sangue e morto dopo appena 90 giorni di ricovero.

A preoccupare anche la difficoltà con cui la struttura ospedaliera è riuscita a liberarsi del fungo killer: per eliminare del tutto la Candida auris dalla struttura è stata richiesta un’intensa attività di disinfezione oltre alla sostituzione di parte delle mattonelle e del soffitto. Come ha sottolineato il presidente del Mount Sinai Hospital, il dott. Scott Lorin:

Il fungo era ovunque: sulle pareti, sul letto, sulle porte, sulle tende, i telefoni, il lavandino, ovunque. Il materasso, le rotaie del letto, il soffitto, tutto nella stanza era risultato positivo al fungo.

I più a rischio secondo i medici sono i soggetti immunodepressi o con difese immunitarie ridotte come fumatori, anziani, neonati e malati cronici tra i quali anche i diabetici. L’allerta è stata recentemente lanciata anche dai CDC, i Centers for Disease Control and Prevention, che hanno definito la minaccia “urgente” a causa della rapida diffusione negli USA per quanto riguarda gli Stati di New York, New Jersey e Illinois.

Queste sono però soltanto alcune delle ultime aree in cui il fungo killer si è diffuso, avendo toccato prima Paesi come Venezuela, Spagna, India, Pakistan, Sud Africa e costringendo un prestigioso centro medico del Regno Unito a chiudere la sua ICU (Intensive Care Unit, Unità di Terapia Intensiva).

Fonte: NY Times

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio