• GreenStyle
  • Salute
  • Fumare marijuana riduce rendimento scolastico secondo studio

Fumare marijuana riduce rendimento scolastico secondo studio

Fumare marijuana riduce rendimento scolastico secondo studio

L'uso di sostanze come la marijuana influisce negativamente sulla condotta scolastica e ha anche influenze negative nel corso degli anni secondo nuovo studio.

Gli studenti delle scuole superiori che fumano regolarmente marijuana hanno meno probabilità di ottenere buoni voti a scuola: è quanto emerge da uno studio dell’Università di Waterloo, pubblicato sul “Journal of School Health”.

I ragazzi che fumano marijuana almeno una volta al mese sarebbero più inclini, secondo lo studio, a saltare le lezioni, a non fare i compiti e a ottenere quindi brutti voti. Come ha spiegato Scott Leatherdale, professore presso la Scuola di Salute e Sistemi Sanitari e responsabile di COMPASS – il più grande centro di ricerca sull’uso delle sostanze nei giovani, i risultati di questo studio:

Supportano l’importanza di prevenire e, almeno, ritardare l’inizio dell’uso di marijuana negli adolescenti.

Poichè il cervello umano si sviluppa attivamente fino a quando una persona raggiunge i primi anni venti questi recenti studi mostrano come gli adulti che hanno fumato regolarmente marijuana durante l’adolescenza abbiano una ridotta connettività a livello di neuroni nelle regioni responsabili della memoria, dell’apprendimento e delle inibizioni. Scott Leatherdale ha poi specificato che:

Tutte le sostanze e le droghe, alcol compreso, presentano rischi per la salute e il benessere dei ragazzi. Tuttavia con la legalizzazione di marijuana all’orizzonte, è fondamentale capire questi rischi e che cosa comporta il fumo e l’assunzione di questa sostenza, al fine di promuovere una vita sana per i giovani studenti

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social