Frittata light: come farla e ricetta

Frittata light: come farla e ricetta

Fonte immagine: Istock

Essere a dieta non implica rinunciare alla frittata: esistono delle varianti light che possono essere un ottimo contributo ad un'alimentazione equilibrata.

Sfatiamo un mito: essere a dieta non vuol dire per forza rinunciare a piatti che tradizionalmente fanno sognare il nostro stomaco, come la frittata. Esistono tanti modi per farne una versione light adatta ad un regime alimentare contenuto. Il primo e più semplice è quello di rinunciare definitivamente ad una parte dell’uovo e utilizzare solo l’albume; l’altra è cambiare il metodo di cottura. Perché la frittata sia light, bilanciata negli ingredienti e nutriente è bene, tuttavia, che sia preparata con verdure. Rinunciate definitivamente ai grassi e scegliete verdure che non siano sensibili alle parti più deboli del vostro corpo (evitate i carciofi se soffrite di colite, per esempio). In questo articolo presentiamo qualche idea di frittata da light da sperimentare in isolamento per permettervi il superamento della prova costume 2020.

Frittata light: ricette gustose

Frittata light: ricette gustose
Fonte: Istock
  1. Frittata con verdure: la meno light delle tre versioni che presenteremo è la frittata classica a base di verdure. Per prepararla sarà sufficiente lavare (e qualora fosse necessario pulire) le verdure scelte per andare in padella; tra le migliori da accostare alle uova consigliamo di valutare carciofi, zucchine e asparagi. Date una prima cottura alle verdure a parte. Poi in una terrina sbattete le uova con sale e, a piacere, pepe. Un uovo a persona, due al massimo. Per ottenere una frittata più  morbida montate gli albumi a parte e in un’altra terrina sbattere i tuorli con sale e pepe; poi unire il tutto lavorando per un minuto con la forchetta. Aggiungete erbe aromatiche in quantità, mischiate il tutto con le verdure già cotte e passate il contenuto in padella (già calda); una giravolta e…les jeux sont faits!
  2. Frittata al forno: un’altra alternativa per una frittata dietetica è, usando lo stesso preparato, passarla al forno invece che in padella. Basta ricoprire una teglia tonda da forno o una teglia di stagnola usa e getta con un foglio di carta da forno, poi versate il composto nella teglia.
    Temperatura e tempo di cottura dipendono dal forno che si utilizza: solitamente è consigliabile fare riscaldare il forno a 180° (con ventilazione, se il forno ne ha la possibilità) e fare cuocere la frittata per 15/20 minuti. Molto gustosa e assolutamente dietetica.
  3. Frittata con solo albumi: molto sottovalutata ha invece un sapore intenso e gustoso; per prepararla è sufficiente utilizzare solo albumi da montare a neve e a cui aggiungere sale, pepe, grana, erbe tritate e verdura tagliata alla julienne; a questo punto è sufficiente passarla in padella magari con un filo d’olio o alche solo un goccio d’acqua… una vera leccornia!

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: dodicesima lezione