Fridays For Future: Climate Strike in oltre 150 città italiane

Fridays For Future: Climate Strike in oltre 150 città italiane

Giornata di scioperi per il clima, venerdì 27 settembre manifestazioni per il Climate Strike in molte città italiane.

Nuovo grande appuntamento con i Fridays For Future. Si tratta del secondo Sciopero per il Clima all’interno di quella che è stata battezzata la Climate Action Week e che ha visto venerdì 20 svolgersi il primo Climate Strike. Oggi si parte con le nuove manifestazioni, che avranno come obiettivo anche quello di tenere alta l’attenzione pubblica dopo il Summit sul Clima di New York.

Lo Sciopero per il Clima di oggi vedrà coinvolte circa 160 città italiane, nelle cui piazze si riuniranno gli studenti che aderiscono ai Fridays For Future insieme con gli adulti che decideranno di supportare il movimento. Le assenze scolastiche risulteranno giustificate, come richiesto dal Ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti. Manifestazioni studentesche per il clima sviluppate sulla scia delle iniziative intraprese dalla sedicenne ambientalista svedese Greta Thunberg.

Quello di oggi sarà il terzo sciopero globale dopo i precedenti appuntamenti del 15 marzo e del 24 maggio. La richiesta è la stessa: stop alle fonti fossili, sì alle energie rinnovabili e alla giustizia climatica mondiale. Senza dimenticare l’importanza di dare voce alla comunità scientifica attiva negli studi sui cambiamenti climatici. Come affermato sulla pagina Twitter ufficiale dei Fridays For Future Italia:

Il 27 è l’evento culmine e, insieme a 9 nazioni, l’Italia scende in strada a richiamare l’indifferenza della #politica rispetto all’#EmergenzaClimatica

Supporto al Climate Strike anche da parte delle organizzazioni sindacali, con Cobas, Flc Cgil, Sisa che hanno indetto uno sciopero del settore scuola, mentre si tratterà di uno sciopero generale nazionale (esclusi i trasporti) per Usb, Usi e Cub Toscana. Partecipazione alle iniziative locali per Fiom, adesione ad alcune azioni locali per CISL. hanno dichiarato sciopero nazionale di tutti i comparti ad eccezione di quello dei trasporti. La Fiom partecipa con le proprie delegazioni nelle principali piazze italiane. La Cisl ha aderito a molte iniziative locali.

Di seguito alcuni degli appuntamenti principali. A Roma il corteo ha preso il via alle 10 da piazza della Repubblica e concluderà la sua marcia intorno alle 13:30 in piazza Loreto, nei pressi di piazza Venezia. A Milano saranno due le manifestazioni di oggi, la prima è cominciata alle 9:30 con partenza da largo Cairoli e arrivo intorno alle 12:30 in piazza Duomo; la seconda partirà alle 18 da largo Cairoli per concludere il suo percorso in piazza Fontana. Si segnalano oltre 150mila manifestanti presenti all’appuntamento meneghino di questa mattina.

Partenza alle 9:30 da piazza dello Statuto e arrivo in piazza Vittorio per quanto riguarda Torino, mentre a Napoli il via è stato dato alle 9 in piazza Garibaldi (richiesti ai manifestanti “cartelloni, vestiti colorati e strumenti musicali”). Percorreranno circa 3 chilometri all’interno del Centro Storico i partecipanti al Climate Strike di Firenze, con partenza da piazza Santa Maria Novella e destinazione finale piazza Santissima Annunziata.

A Bologna via alla manifestazione alle 9:30 in piazza San Francesco, con destinazione finale piazza Verdi. Partenza alle 9 a Genova, da piazza del Principe, fino a raggiungere via Balbi 5: sosta davanti al Palazzo dell’Università, dove il Rettore Paolo Comanducci firmerà pubblicamente la “Dichiarazione di Emergenza Climatica”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra