FreeCarola: Legambiente organizza una mobilitazione per Carola Rackete

FreeCarola: Legambiente organizza una mobilitazione per Carola Rackete

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Una mobilitazione utile a sottolineare i valori della solidarietà e dei diritti umani, in difesa di Carola Rackete e dello staff di Sea Watch.

Sabato 29 Giugno, è stata una giornata che si ricorderà nella storia di questo paese. Carola Rackete, attivista dell’organizzazione Sea Watch 3, ignora il divieto di transito sui confini nazionali proclamato dal Ministero degli Interni e permette a 42 migranti di poter giungere sulla terraferma. Un atto di disobbedienza civile, che ha portato all’arresto della giovane capitana tedesca.
Un evento che ha mobilitato l’opinione pubblica di tantissime organizzazioni politiche, in difesa dei valori dell’accoglienza, dell’integrazione e della dignità umana. Tra queste, Legambiente ha organizzato una mobilitazione per oggi, 2 luglio 2019. Intitolato #FreeCarola – Salvare vite non è un reato, vedrà Legambiente impegnata in cortei e presidi a Napoli, Palermo e Pescara, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica e rappresentare quell’Italia unita nel pensare all’accoglienza non come violazione di leggi, ma come diritto fondamentale dell’uomo, sancito dalla costituzione. Valori e doveri che Legambiente intende onorare anche con atti concreti: per l’assistenza giuridica a Carola Rackete e tutto l’equipaggio della Sea Watch verranno messi a disposizione gli avvocati dell’associazione, in modo da assicurare la migliore assistenza tecnica possibile.

Un principio che vede nel presidente di Legambiente, Stefano Ciafani, una posizione ferma e determinata:

“Per chiedere il suo rilascio e il dissequestro delle navi Sea-Watch 3 e Mare Ionio di Mediterranea, saremo in corteo domani in tre porti d’Italia per ribadire che salvare vite non è reato e che la solidarietà non si arresta. E non sarà facile fermarci. Sono con coi anche venti avvocati dei nostri Centri di azione giuridica, che si sono messi a disposizione per coadiuvare i legali della Sea Watch in questa battaglia di civiltà. Inoltre, con la nostra Goletta Verde, che dalla scorsa settimana naviga con lo striscione Porti aperti alla solidarietà, faremo tappa a Pozzallo (nei pressi di Ragusa) il 20 luglio e organizzeremo un incontro pubblico con le ONG impegnate a salvare vite umane nel mare Mediterraneo e che si trovano oggi a dover fronteggiare gli assurdi divieti delle autorità”.

Gli eventi partiranno in contemporanea: a Palermo, il corteo partirà da Piazza Verdi alle 18, per continuare con un presidio davanti al porto dalle 20 alle 22. Per i napoletani, l’appuntamento per l’inizio del corteo è per le 18 a Piazza Berlinguer. Infine, per Pescara l’appuntamento è alle 18 alla Nave di Cascella.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Orso M49: il video editoriale di Alfonso Pecoraro Scanio