• GreenStyle
  • Pets
  • Free the bears, Laos: una nuova vita per gli orsi della luna

Free the bears, Laos: una nuova vita per gli orsi della luna

Free the bears, Laos: una nuova vita per gli orsi della luna

Fonte immagine: Istock

L'Ong che da anni si batte per i diritti degli orsi della luna ha fatto costruire una riserva, che sarà pronta nel 2021 per liberarli dal traffico di bile.

Un obiettivo ambizioso quello di Free the bears: l’ong che da anni lotta per i diritti degli animali ha dichiarato di voler chiudere tutte le fattorie della bile del Laos entro il 2022. L’inizio sembra già promettente dal momento che dopo la chiusura forzata di alcuni centri è stata aperta una riserva nella quale trasferire gli animali  in collaborazione con il Dipartimento forestale del Laos. L’oasi si trovain una boscosa valle nel nord. La pandemia di Covid-19 però potrebbe ostacolare questa splendida iniziativa; la Commissione sanitaria nazionale cinese ha infatti inserito nell’elenco di trattamenti consigliati per curare il virus, iniezioni del farmaco Tan re qing, il cui principio attivo è proprio la bile estratta dagli orsi, nonostante non vi sia alcuna evidenza scientifica in merito.

Gli orsi della luna (chiamati così per la mezzaluna bianca che hanno sul pelo in prossimità del petto) trascorrono infatti gran parte della loro esistenza nelle fattorie della bile, dove vengono trattati in cattività per ottenere la loro bile, da cui si ricava l’acido ursodesossicolico, utilizzato nella medicina tradizionale cinese. Una vita terribile che può durare anche 30 anni, Free the Bears è intervenuta ma tutti gli sforzi potrebbero essere vanificati a causa dell’emergenza sanitaria. Serve intervenire subito, tutti insieme, per il bene degli orsi della luna.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uno spot contro l’abbandono degli animali