Freddo e neve: si teme Buran bis tra gennaio e febbraio

Freddo e neve: si teme Buran bis tra gennaio e febbraio

Fonte immagine: Snowstorm | Shutterstock

L'Italia è sempre più stretta nella morsa del freddo, con neve e gelo in diverse Regioni: gli esperti ipotizzando un possibile ritorno di Buran a gennaio.

Il freddo in Italia comincia a farsi davvero sentire e le ondate di neve e gelo interessano diverse Regioni del Centro e del Nord Italia. Le nevicate stanno interessando anche le località a bassa quota, incluse le aree posizionate in pianura. Diverse le disposizioni straordinarie previste dalle amministrazioni locali, tra le quali quella diramata dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. Il timore è che tra gennaio e febbraio l’Italia possa essere colpita dal “Buran bis”, un nuovo passaggio del vento gelido proveniente dalla Siberia.

I timori attuali sono legati alle ondate di freddo e neve che porterà con sé “Big Snow“. La situazione in larga parte della Penisola è destinata a peggiorare, come confermato dai meteorologi de “Il Meteo.it”. Secondo gli esperti alla base di tutto vi sarà un cuscinetto gelido nei bassi strati, da cui deriveranno importanti precipitazioni all’inizio della prossima settimana:

Le precipitazioni collegate a una perturbazione atlantica non potranno che essere nevose e persistenti e abbondanti anche in pianura su tutto il Nord e a quote basse al Centro, con neve copiosa o molto copiosa a Bologna e su gran parte dell’Emilia, su Triveneto e Lombardia e, a quote basse, in Liguria con tramontana scura.

A rischio in questi giorni anche diverse zone dell’Umbria e delle Marche, dove già nelle scorse ore si sono verificate più o meno rilevanti nevicate anche a bassa quota. Nel frattempo alcune poco confortanti ipotesi vengono avanzate sempre dal sito ilmeteo.it. È possibile che gli attuali eventi meteorologici possano condurre, se si incastreranno alla “perfezione”, a un ritorno della massa di aria gelida proveniente dall’area siberiana.

Non sarebbe, come d’altronde accaduto anche a inizio 2018, il vento stesso a raggiungere l’Italia, ma la massa di aria gelida portatrice di nevicate intense e disagi sia per la circolazione veicolare che per le coltivazioni. Condizione essenziale per il ritorno di Buran è una frattura nel Vortice Polare.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cambiamenti climatici, come e perché avvengono?