Francia, vietato il glifosato per uso privato

Francia, vietato il glifosato per uso privato

Fonte immagine: Pixabay

La Francia vieta l'uso del glifosato per uso privato, la messa al bando dell'erbicida più usato al mondo riguarderà anche l'agricoltura entro il 2022.

Basta con il Glifosato in Francia. Dal primo gennaio 2019, è stato a messo al bando il pesticida per uso privato, così i cittadini francesi non lo potranno più utilizzare per orti e giardini. Nell’attesa che il prodotto venga messo al bando completamente, la Francia ha promesso lo stop in agricoltura entro il 2022, i privati non potranno più acquistare prodotti che contengono l’erbicida Roundup della Monsanto.

Dopo attenta analisi delle prove disponibili, lo IARC – Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro di Lione ha classificato il glifosato nel gruppo 2 A, tra i “probabili cancerogeni”. Nonostante questo, il prodotto continua ad essere commercializzato e solo pochi mesi fa l’Unione Europea ha esteso la sua licenza commerciale per altri 5 anni.

 

Il pesticida è stato molto utilizzato sin dagli anni ’70 e come arriva nelle nostre tavole è molto semplice: viene spruzzato direttamente su alcune colture come mais, soia, grano e avena. Molti agricoltori lo usano anche nei campi prima della stagione di crescita, compresi i coltivatori di spinaci e i produttori di mandorle. Nonostante le restrizioni il prodotto è ancora largamente utilizzato su scala industriale.

La Francia è tra le prime nazioni, insieme alla Svezia, a combattere il glifosato mettendolo al bando per l’uso dei privati in orti e giardini.

Al momento in Italia il glifosato è vietato, con un decreto legge del 2016, in parchi e giardini, campi sportivi, aree di gioco per bambini, cortili ed aree verdi interne, complessi scolastici e strutture sanitarie.

Sul problema glifosato cancerogeno le istituzioni hanno deciso di mettere in atto il principio di precauzione: non vietarne del tutto l’uso ma istituire limiti e controlli nell’attesa di ulteriori verifiche.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Roberto Pasi – Beeing