Frammenti di plastica nelle frittate destinate alla mensa dei bambini

Frammenti di plastica nelle frittate destinate alla mensa dei bambini

Fonte immagine: iStock

I bambini di otto scuole milanesi hanno trovato nelle loro frittate frammenti di plastica trasparente: quattordici i casi in tutto.

Frammenti di plastica trasparente sono stati ritrovati nelle frittate destinate alle mense delle scuole per l’infanzia di Milano. Il fatto, accaduto nella giornata di martedì scorso, ha interessato otto istituti nella zona est di Milano, tra Lambrate e Ortica.

A scoprire i corpi estranei gli stessi bambini, che hanno sputato immediatamente la plastica masticata accidentalmente. L’inconveniente, segnalato prontamente a Milano Ristorazione – ente locale che si occupa del servizio mensa nelle scuole della città meneghina – è stato riscontrato in un totale di quattordici pasti, tutti preparati da un’impresa alimentare della zona est del capoluogo lombardo.

Nonostante la grave contaminazione alimentare l’incidente non ha avuto conseguenze gravi: dopo l’accaduto non si sono verificati casi di intossicazione o indigestione. Tutti i pasti sono stati gettati e sostituiti con altri cibi commestibili, senza lasciare i bambini senza pranzo.

Secondo uno studio dell’Università Heriot-Watt di Edimburgo, per un pasto di venti minuti, ogni persona ingurgita 114 particelle di microplastiche e nanoplastiche. Un problema che diviene pesante soprattutto con cibi di origine ittica, come cozze e vongole. Le cause sono da ricercare nell’inquinamento dei bacini e delle falde acquifere.

La società controllata dal Comune ha già avviato un’indagine interna per accertare i responsabili e le cause del pericolo a cui sono stati esposti i minori. Contestualmente l’ente statale ha già provveduto a un messaggio di scuse per l’accaduto.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Maria Cristina Finucci